Utente 660XXX
Gentilissimi dottori,
A gennaio mia madre (72 anni/70 kg) ha notato la presenza di una “massa” nel colo (lato sinistro) appena sotto la mandibola. Gli accertamenti (TAC e RM) non danno una dignose ben definita ma indicano la presenza di un tumore glomico. Il chirurgo vascolare che l’ha visitata ha chiesto altri accertamenti per valutare se si tratta di un tumore del glomo carotideo o del glomo vagale e quindi, presumo definirà la strategia dell’intervento. Il chirurgo ha affermato che questo tipo d’intervento, per la sua localizzazione, è tecnicamente difficile e c’è una non indifferente possibilità di conseguenze post-operatorie. Dato la rarità del tumore e complessità dell’intervento ho letto che questo richiede un approccio plurispecialistico ed una buona esperienza in chirurgia carotidea. Quindi, vi sarei estremamente grata se qualcuno di voi mi saprà dare delle indicazioni di centri italiani di chirurgia vascolare (o equipe medica) con una casistica significativa (tenendo conto della rarità del caso) di questo tipo di tumore.
Grazie in anticipo per l’interessamento al mio caso,
Eliana

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Rodio
20% attività
0% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2000
Egr. Signore,
il tumore glomico carotideo è benigno piuttosto raro è spesso localizzato tra la carotide interna ed esterna ed è collegato da una fitta rete vascolare con l'asse carotideo. Il problema tecnico è legato alla vascolarizzazione del glomo che necessita prima dell'intervento chirurgico la embolizzazione dei rami stessi che da esso partono. L'esame gold standard è l'angiografia dei tronchi sovraortici con l'embolizzazione associata, successivamente dopo qualche giorno l'intervento chirurgico.
Resto a sua disposizione per ulteriori informazioni.
[#2] dopo  
Utente 660XXX

Iscritto dal 2008
Innanzitutto vorrei ringraziare per la sua risposta. Le sue informazioni confermano il quanto ho letto su questo tipo di problematiche. Addiritura un report A.N.M.C.O.Piemonte e Vale D'Aosta, datato agosto 2005, descrive che i dati riportati nel Registro Italiano di Chirurgia Vascolare, che raccoglie l'attività chirurgica di oltre 60 centri italiani di chirurgia vascolare, sono descritti, nel 2001, 23 casi di tumore glomico!! Ho letto anche che a complemento dell'esame angiografico risulta la angio-TC, ma il mio vero dilemma è trovare un centro che abbia uma buona casistica su questo tipo di intervento. Le mie ricerche su internet mi portano a centri con massimo 4 casi. La ringrazierei se potesse fornirmi informazioni a riguardo. Cordiali saluti, Eliana.