Utente 294XXX
Gentili dottori,

E' stato diagnosticato a mio padre di 88 anni un tumore del colon retto, "inspessimento circonferenziale neoplastico a manicotto della giunzione sigma-colon, esteso per 6 cm, associato a piccole adenopatie del mesosigma", senza metastasi visibili.
Vorrei sapere secondo voi se sia meglio operarlo o lasciarlo stare, considerando che ha una situazione cardiologica molto delicata, con una prognosi di pochi anni.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non ê possibile dare risposte on line su una tale situazione che dovrá essere attentamente valutata, e direttamente, dal medico specialista (chirurgo). In linea di massima, comunque, se non vi sono particolari controindicazioni, l'intervento è indicato.


Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Pur dovendo tenere nella necessaria considerazione i rischi legati alla cardiopatia, occorre anche valutare la possibilità di dover ricorrere ad un intervento in emergenza per complicazione occlusiva o emorragica. In tal caso ci si troverebbe di fronte a condizioni cliniche ancor meno favorevoli ed alla necessità quasi certa di una colostomia (ano artificiale).