Utente 294XXX
Gentili dottori,

E' stato diagnosticato a mio padre di 88 anni un tumore del colon retto, "inspessimento circonferenziale neoplastico a manicotto della giunzione sigma-colon, esteso per 6 cm, associato a piccole adenopatie del mesosigma", senza metastasi visibili.
Vorrei sapere secondo voi se sia meglio operarlo o lasciarlo stare, considerando che ha una situazione cardiologica molto delicata, con una prognosi di pochi anni.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non ê possibile dare risposte on line su una tale situazione che dovrá essere attentamente valutata, e direttamente, dal medico specialista (chirurgo). In linea di massima, comunque, se non vi sono particolari controindicazioni, l'intervento è indicato.


Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Pur dovendo tenere nella necessaria considerazione i rischi legati alla cardiopatia, occorre anche valutare la possibilità di dover ricorrere ad un intervento in emergenza per complicazione occlusiva o emorragica. In tal caso ci si troverebbe di fronte a condizioni cliniche ancor meno favorevoli ed alla necessità quasi certa di una colostomia (ano artificiale).