Utente 270XXX
Gentili dottori, da 2 settimane assumo levopraid gocce (circa 40 al giorno) per il mal di stomaco. Ho notato che mi si è formata una pallina sotto il capezzolo sinistro, dolorosa al tatto, che mi era gia venuta durante l'adolescenza per poi sparire senza problemi (ora ho 21 anni). La causa è da attribuire il levopraid? e se si, cessando l'assunzione del farmaco, la situazione torna alla normalità??
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
levopraid stimolando un aumento della prolattina può indurre delle alterazioni mammarie, è consigliabile che sospenda il farmaco.
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore, l'ho sospeso da 5 giorni.
Quanti giorni occorrono, in linea di massima per la regressione dei sintomi?
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
normalmente la regressione avviene in ca un mese se persiste è utile una visita dallo specialista
[#4] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Grazie della risposta dottore...
Un ultima domanda, posso usare il domperidone come sostitutivo? O prima è meglio che aspetto la regressione degli effetti collaterali??
[#5] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
sicuramente andrebbe fatto l'esame del sangue per valutare la prolattina
[#6] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Prima di fare l'esame attendo qualche settimana, poichè gia ora mi sembra che sia diventato meno sensibile e dolorosa... Esiste qualche farmaco che accelleri lo svuotamento gastrico senza interferire con la prolattina? Anche blando, da prendere almeno per queste due settimane.,.. Grazie
[#7] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
rispetto alla levosulpiride il domperidone influisce un pò meno sulla prolattina, in ognio caso è possibile controllare farmacologicamente l'innalzamento della prolattina associando un farmaco specifico