Utente 294XXX
Salve, a novembre ho effettuato ecocardiogramma che ha dato come risultati i seguenti: eco nella norma se si esclude insufficienza ao lieve con aumento diametri Ao ascendente(3,7 - 3,8). Doppler venoso polmonare normele. Funzione sistolica normale (FE 59%), funzione diastolica normale (E/A= 1.50); PAPsnei limiti (26mmHg). Diametri cavitari nella norma. Spessori setto - parietali nei limiti. Cinesi globale e segmentaria conservate.V.Ao tricuspide.
Aggiungo cheho la pressione piuttosto bassa. A seguito di questoecocardiogramma il cardiologo mi ha consigliato di eseguire una Tc per valutare precisamente i diametri dell'aorta. Ecco di seguito i risultati della tac:
Ectasia dell'Ao toracica ascendente con diametri a livello del piano valvolare 32mm, del bulbo di 40mm, della giunzione sino-bulbare di 35mm e nel tratto intermedio 42mm. Nei limiti il calibro dell'arco aortico(25mm) e dell'aorta toracica discendente(20mm). Minima quota di versamento pericardico che si reccoglie nei recessi superiori.

Alla luce di questi risultati mi devo preoccupare? Secondo lei dovrei sottopormi ad un intervento chirurgico? le aggiungo che non prendo nessun farmaco per questi problemi. In attesa di recarmi dal medico mi potrebbe dare lei delle risposte?
La ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Occorre innanzitutto stabilire i motivi per i quali ha fatto l'ecocardiogramma...aveva già conoscenza del problema aortico o no ? l'ha fatto per comparsa di sintomi o è stata una indagine occasionale ? Va poi detto che sembrebbe esserci una discrepanza tra l'entità dell'insufficienza valvolare aortica (definita lieve) e la dilatazione del bulbo e del tratto prossimale dell'arteria aorta. Comunque i diametri aortici non sono tali da necessitare al momento di un intervento chirurgico, ma il problema valvolare che molto probabilmente ne è la causa, và a mio giudizio inquadrato nel migliore dei modi per stabilire la terapia ottimale.
Lei deve comunque essere seguita da un cardiologo di fiducia.
Saluti cordiali