Utente 293XXX
Salve.innanzitutto ringrazio per il servizio gratuito ed efficiente offerto.
Ho dei dubbi che mi attanagliano da un pò..forse possono sembrare paure stupide ma per me sono causa di ansia continua,di un quotidiano difficile e vorrei un parere oggettivo che forse mi aiuti a capire..
ero impegnata con una persona che ho scoperto faccia delle "bravate" e che ho successivamente lasciato.niente donne,niente droghe (a quanto mi ha riferito) ma su questo ho motivo di dubitare in quanto mi ha mentito sulle "bravate".
quando aveva circa 14 anni,frequentava gente poco raccomandabile,che faceva uso di droghe ma non so quali e in che modalità.
sempre dai suoi racconti emerge che si è allontanato per quello che facevano ed io,ingenua e innamorata gli credetti (anni fa).
ora alla luce delle bugie..ho dei dubbi.
il più grande è che possa aver fatto uso di droghe(per tre anni che l'ho frequentato sono certa che non ne abusasse in nessun modo),specialmente in via endovenosa.i rischi che comporta questa pratica sono tanti..e trasmissibili,ecco il perchè dell'ansia.
io mi chiedo...è possibile che una persona possa "provare" droghe quali eroina o cocaina endovena e non restarne legati?senza ripercussioni..
aveva provato a fumare sia sigarette normali che cannabis e non gli è piaciuto.non ha avuto insomma dipendenza da ciò..questo me l'ha confessato.
so che in quell'orrendo ambiente,l'endovenosa è la via usata generalmente da chi è assuefatto da altre metodiche.ma se avesse voluto provare una volta o due?è possibile senza assuefazione o altro?o sono solo mie paranoie?
effettuerò comunque dei test il prima possibile,per sicurezza.
attendo fiduciosa risposte di chi,studiando queste sostanze e avendo visto dei casi clinici può fornirmi risposte e fare chiarezza.
Grazie anticipatamente.cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

"è possibile che una persona possa "provare" droghe quali eroina o cocaina endovena e non restarne legati?senza ripercussioni.."

Sì, una singola prova o esperienze di uso sporadiche non necessariamente sono seguite da un quadro di consumo patologico. Eroina e cocaina per via endovenosa sono solitamente usate da chi già è abituato a eroina e cocaina per via non endovenosa, raramente si provano le prime volte per via endovenosa.


"aveva provato a fumare sia sigarette normali che cannabis e non gli è piaciuto.non ha avuto insomma dipendenza da ciò.."

C'è un po' di confusione. Il fatto che chi prova le droghe ne ricavi sensazioni piacevoli non è anomalo, la dipendenza non significa legarsi ad un effetto piacevole, ma non riuscire a controllare un uso non desiderato dalla persona stessa, in cui il piacere è scadente e non pari a quello di un tempo.

Detto questo, sono però dubbi che potrebbe avere anche su altri comportamenti, droghe escluse. Voglio dire che in assenza di elementi concreti. Alcune delle malattie che lei teme si prendono anche per via sessuale, quindi in teoria potrebbe dubitare anche di quello.






[#2] dopo  
Utente 293XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dr. Pacini,
la ringrazio per la risposta fornita,esaustiva e giunta in tempi brevi.
Quello che lei ha scritto mi fa stare più tranquilla.La mia paura era quella che potesse aver fatto uso di droghe per via endovenosa ed aver contratto qualche malattia.
Adesso è chiaro che è una metodica utilizzata quasi esclusivamente da chi ne ha fatto un uso attraverso altre metodiche e raramente da chi non ha mai provato in nessun altro modo.
Mi scusi se ho fatto confusione in quella frase,intendevo dire che avendo provato a fumare sia sigarette che cannabis e non avendo riscontrato piacere,le ha abbandonate dopo le prime volte,non l'ha più fatto.
Ammetto di lasciarmi prendere dall'ansia,spesso ingiustificata ma effettuerò comunque i test per sicurezza,così da archiviare la cosa.
La sua risposta è stata soddisfacente,grazie per avermela fornita!
cordiali saluti