Utente 894XXX
Buonasera a tutti , ho 37 anni, circa 13/14 anni fa sono stato operato di varicocele sinistro e ernia inguinale bilaterale con rete contenitiva a sinistra , dopo gli interventi non sono mai stato particolarmente bene ho sempre lamentato un certo doloretto al testicolo e una certa sensibilita' al taglio dell'ernia per una cicatrice un po' fibrosa, questi sintomi poi sono scemati di parecchio negli anni ma mai completamente guariti.
ora da circa 6 mesi ho ricominciato a fare palestra dato che sto seguendo una dieta, e da circa un mese accuso nuovi problemi ; dolore testicolo sinistro addome basso e taglio dell'ernia, fatta eco testicolare, e' emerso varicocele "importante" a sinistra e accennato a destra. ho fatto una visita chirurgica perché pensavo avessi anche una recidiva erniale ma il chirurgo lo ha escluso dicendomi che e' solo forte infiammazione data dalla fibrosi della ferita che "struscia " contro le strutture sottostanti , e affaticamento delle pareti addominali che coinvolgono anche il testicolo,mi consiglia riposo e anti infiammatori.cosa che ho gia fatto senza particolari risultati.
Questo problema delle aderenze cicatriziali vorrei provare a risolverlo o alleviarlo , sono anni che ci convivo e adesso lo sento troppo invalidante , lavoro/sport e anche nei rapporti sessuali.
pensavo di indagare ulteriormente anche riguardo al testicolo , dato che a me sembra un problema a se ma magari mi sbaglio.
Vorrei da Voi un consiglio su quale figura medica contattare ,e cosa fare.
ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

la cosa importante è sapere il grado di reflusso del suo "grande varicocele", conoscere i dati dell'ecografia testicolare questo perché un varicocele di III-IV° può determinare dolorabilità e quindi è necessario riintervenire chirurgicamente, inoltre un buon ecografista è in grado di evidenziare eventuali danni fibrotici a livello del funicolo spermatico.


Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 894XXX

Iscritto dal 2008
Grazie, per quanto riguarda l'ecografia non evidenzia problemi a carico di didimi ed epididimi del funicolo non ne parla, alla fine ce' l'indicazione ad effettuare un ecocolordoppler, cosa che faro' , e' sufficente per capire eventuali altri danni? Devo farlo eseguie in qualche centro o ospedale particolare? sono di Roma.
Altri consigli?
Ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
normalmente quando si esegue una ecografia si fa anche l'ecodoppler e comunque se non è stato fatto lo ripeta in qualsiasi centro pubblico o privato.

cordialità
[#4] dopo  
Utente 894XXX

Iscritto dal 2008
questa cosa che mi dice mi lascia perplesso dottore , e' vero che io ho chiesto una ecografia testicolare, ma se lei mi dice che va' fatto contestualmente anche il color doppler allora vuol dire che questo medico mi ha truffato, o sbaglio? potete chiarirmi questa cosa prima che litighi inutilmente con questo medico , grazie .
comunque i dolori addominali la fragilita gli "sbuffi" del funicolo spermatico persistono , non sto bene e non so come fare per capire cosa ho , aiutatemi per favore.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Non si irriti per cosi' poco e ripeta l'esame come le ho descritto.
Ancora cordialita'