Utente 294XXX
Egregi Dottori, ho 45 anni, sporadicamente mi capita di avere picchi di PA alta quando sono in ansia.
Per 2 volte ho monitorato la PA per 24ore.
Esito 1: il monitoraggio eseguito in assenza di terapia vasoattiva riferita ha mostrato valori tensivi compatibili con uno stato di normotensione arteriosa sistodiastolica diurna e notturna. conservata escursione nictemerale della pressione arteriosa.

Esito 2: ABPM eseguito in paziente con sospetta ipertensione clinica isolata.
Lievemente oltre la norma i valori sisto-diastolici nelle fasi diurne (PA 137/89 mmHg) mentre quelli nelle fasi notturne sono entro i limiti di riferimento (PA 106/67mmHg) con tendenza all'exstreme dipping. Nella norma la pressione pulsatoria e la frequenza cardiaca.

preciso che durante il primo esame ero a casa, mentre il secondo effettuavo il turno di lavoro (sempre in piedi e sforzi per tirare su pesi).

Ho effettuato tutti gli esemi ematici, e sono tutti nella norma tranne il sodio (135).
Ho effettuato ecocardio : Referto: ventricolo sx di normali dimensioni e spessori parietali; cinetica e funzione sistolica globale conservate.Aorta tricuspide, apertura e continenza nella norma. Mitrale normale morfologia, minimo rigurgito. Tricuspide normale morfologia, continente. PAPs non valutabili. Sezioni destre nella norma. TAPSE conservato. Non alterazioni pericardiche. Inflow mitralico nella norma per età. Setto inter-atriale integro. non evidenza di shunts.
Visto che ho effettuato visita otorino per acufene, esito: perdita lieve di udito bilaterale attribuita o ereditarietà (visto che mio padre è sordo come una campana) o degenerazione clochea, forse causata da picchi di pressione?

Vorrei sapere se è opportuno iniziare terapia per ipertensione, e nel caso, può questa crearmi problemi di notte visto che è già tanto bassa? ( di notte devo alzarmi per urinare almeno due volte per utero fibromatoso )

Grazie. Mi scuso per essere stata un pò lunga.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I valori che lei riporta non necessitano certo di terapia farmacologica.
Cerchi di ridurre il sale nella dieta e di camminare almeno un'ora al giorno
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta Dottore.
Vorrei farle un'altra domanda. IL medico di base mi ha detto che quando ho questi picchi sporadici di pressione alta (160/100 ), visto che si alza anche la minima devo considerarmi ipertesa, è davvero così? e mi ha consigliato di prendere 1 quarto di lobivon.
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I farmaci antiipertensivi non vanno mai assumto al bisogno.
Se il rilievo de valori pressori lo richiedesse, il paziente deve assumere costantemente terapia antiipertensiva
Cordialita
Cecchini
[#4] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Scusi Dottore, mi sono spiegata male.
Volevo dire che Il medico di base mi ha detto che anche se i picchi di pressione sono sporadici, devo considerarmi ipertesa perchè si alza anche la pressione minima. Quindi dovrei fare terapia con 1quarto di lobivon ogni giorno. Ma io mi chiedo: Perchè gli esami non evidenziano che sono ipertesa?
Devo veramente assumere terapia costantemente?
Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se ha quei valori pressori che l holter indica lei non necessita di alcuna terapia.
Arrivederci
Cecchini