Utente 295XXX
Buonasera,

Sono un uomo, 30 anni. Sono piutosto atletico, sono alto 1m84 e peso 71kg. Ho un ottima dieta, salutare e ricca di fibre, verdura e frutta; il mio unico vizio sono 7/10 sigarette al giorno.
Scrivo per la seguente ragione: qualche mese fa ( Agosto 2012 ), ho cominciato ad avere una serie di episodi di dolori che mi hanno inquietato molto, dolori al petto molto forti come un senso di pressione accompagnato a volte da un dolore al braccio, al collo o alla schiena ( zona scapole); inoltre spesso mi è difficile respirare.
. Non posso dare un pattern preciso di quando questi "attacchi" occorono, in quanto varie sono le situazioni.Purtroppo vivo in Irlanda, dove ( a mio avviso) il seguito medico lascia a desiderare : per i primi mesi, dopo aver chiesto consiglio, mi è stato detto che gli eventi sono dovuti allo stress.
Mio padre, ha avuto un attacco di cuore all'età di 53 anni ( obesità, molto stress, fumatore e pessima dieta) , l'unico caso in tutta la famiglia, pertanto mi sono allarmato pensando che potesse essere di origine cardiaca. Ho quindi deciso, privatamente, di effetuare alcuni test: ho visitato un cardiologo in Francia, dove il dottore mi ha fatto passare un ECG, un ecografia del cuore, test del sangue (chol totale 4.8,hdl 1.41,trigliceridi 0.7,ldl 3.1) ed infine mi ha fatto passare uno test dello sforzo. Tutti i risultati, a quanto ha detto il cardiologo sembrano soddisfacenti a parte il mio ldl che sostiene potrebbe essere un poco più basso.
A seguito mi ha fatto passare un test dal pneumologo e una radiografia del petto entrambi perfetti. Come ultimo test ho passato una gastroscopia: é stato scoperto il seguente.
Un inizio di ernia iatale, iperacidità ed un infiamazzione. Il medico ( un gastro-enterologo credo) mi ha prescritto una cura di Controloc 40mg per 6 settimane ed ha prescritto una dieta per il riflusso d'acido.
Essendo io molto diligente ho seguito e la cura ( siamo in fine della terza settimana) e la dietà alla lettera.
Il problema però non è sta migliorando: dopo il coito, la palestra, dopo un pasto oppure la sera guardabdo un film i dolori tornano, il che mi inquieta.
L'ernia iatale può provocare questo tipo di dolori? Se si, perchè?
Che fare? Questi dolori sono molti inquietanti spero qualcuno mi possa illuminare ed ho molta paura.
Inoltre un mio amico, infermiere, insiste che dovrei fare un test chiamato calcium scoring.
Che cos'è? É davvero necessario?
Grazie, spero di poter sentir il Vostro parere professionale a riguardo di questo mio mistero

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
considerando i test cui si è sottoposto è del tutto verosimile che i suoi fastidi possono effettivamente trovare origine nell'ernia jatale e nell'infiammazione gastrica, in quanto tali patologie si accompagnano proprio ai sintomi da lei rilevati e spesso sono esacerbati da una componente emotiva, talora inconscia, in lei abbastanza evidente.
Stia sereno, evidentemente le cure andranno potratte più a lungo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dr Martino,

La ringrazio della celere risposta, sono certo abbia ragione probabilmente mi inquieto un po' troppo di questi dolori, che a dire il vero, mi hanno sorpreso e non poco dato che il mio stile di vita piuttosto salutare.

Sicuramente e' per lei una cosa normale, ma tengo a dirle che mi ha dato un gran sollievo, i medici che mi hanno consultato di recente sono stati alquanto freddi e vaghi, sentire una parola rassicurante da qualcuno specializzato e' di grande conforto.

Grazie ancora per il suo prezioso tempo, un cordiale saluto
Christofer