Utente 137XXX
Gentili medici,scrivo per il seguente consulto:
circa 15 anni fà ho tolto una ciste sebacea in testa e dopo un pò che ero in sala operatoria mi sono sentito male...ma non è successo nulla di grave (credo un leggero svenimento). Il mio medico curante (mi conosce da circa 25 anni e sà che sono ansioso)mi ha detto che è stata solo una reazione ansiosa all'intervento e non centra nulla una eventuale allergia all'anestesia e che non esistono analisi cliniche specifiche per vedere tutti gli anestetici a cui eventualmente sono allergico....voi cosa ne pensate?siete daccordo con il mio medico?Saluti e grazie
ps faccio presente che ho eseguito solo un altro intervento diversi anni fà per una grossa ciste al ginocchio ma tutto è andato bene.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, concordo col suo medico e credo che molto difficilmente il disturbo che lei ha accusato durante quell'intervento sia stato qualcosa di diverso da una piccola crisi vagale legata all'emozione e/o alla paura: succede, più spesso di quanto lei possa credere.
E vero anche che le prove allergiche ai farmaci anestetici non si eseguono, anche perchè ad alcuni farmaci non sono eseguibili in quanto volatili; di fronte ad un paziente con problemi allergici cronici importanti, quello che invece si fa è una terapia preparatoria desensibilizzante, ma non mi sembra questo il suo caso in quanto non ha riferito problemi allergici veri ed importanti a farmaci o alimenti.
Pertanto stia tranquillo ed al massimo riferisca l'episodio al suo anestesista.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera Dottoressa Martin, grazie del suo consulto volevo richiedere la copia della cartella clinica di quell'intervento -per verificare che anestetico mi sia stato iniettato- ma in base alla sua risposta non credo sia piu necessario...anche perchè ricordo che comunque mi mandarono a casa 1 ora dopo aver tolto la ciste senza problemi e quindi credo sia stata come lei dice solo una piccola crisi vagale.

saluti e buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, nonostante le precedenti considerazioni che hanno per forza di cose carattere approssimativo, ritengo che avere a disposizione la cartella clinica potrebbe essere di utilità al suo medico per capire cosa sia successo realmente anche se non è stato un episodio grave.
Naturalmente tutto ciò vale se l'episodio e le misure adottate per contrastarlo sono riportate con precisione, cosa che talvolta non accade specie se ci si trova di fronte ad un episodio che si considera di poca importanza.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno mi scuso della nuova richiesta ma dovendo asportare un nevo chirurgicamente parlando con il chirurgo mi ha confermato quanto da Lei scritto (crisi vagale) e mi ha consigliato solamente un pò di gocce di tranquillante 3 ore prima dell intervento e ha affermato che comunque un intervento simile equivale più o meno a una anestesia per togliere un dente dal dentista.Volevo chiedere (mi sono dimenticato di chiederlo) se questi 2 farmaci che assumo : Seretide (fluticasone propionato e salmeterolo) e Aerius (desloratadina) possono influire sull intervento/anestesia.
Molte grazie
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile signore buon giorno, a mio avviso i farmaci che lei assume abitualmente non hanno controindicazioni, io non li faccio mai sospendere, anzi.
E' buona prassi tuttavia che lei riferisca la loro assunzione e la patologia di cui soffre al suo anestesista prima di procedere.
Cordiali saluti.