Utente 262XXX
Buongiorno,
sono in attesa dell'intervento di colecistectomia laparoscopica (fissata per il 25) e domani effettuerò il prericovero.
La scoperta di avere i calcoli alla coleciste è stata fatta in pronto soccorso in seguito ad una forte colica. Non ero stata ricoverata immediatamente in quanto allattavo, ma in seguito ad altre coliche, uso di farmaci etc... sono passata al latte artificiale e mi sono messa in lista per l'intervento (posso dire che non ce la facevo più).
L'altro ieri ho avuto un'altra colica. Non mi sono recata in pronto soccorso e il dolore è passato dopo ore (il dolore era meno intenso della prima colica, ma più duraturo). Al termine del dolore mi è sembrato (e in alcuni momenti mi sembra tuttora) che i muscoli della schiena siano indolenziti. Può essere un effetto delle contratture muscolari dovute alle posture che ho assunto per avvertire meno dolore? (ovvero stare piegata per ore). Il mio medico mi ha detto di non preoccuparmi, anche data l'imminenza del ricovero e di riposarmi in questi giorni.
Nella mia famiglia, sia mia madre che mia sorella maggiore sono state sottoposte a colecistectomia, entrambe dopo la gravidanza. Il caso della mia famiglia è isolato oppure c'è effettivamente tanta familiarità nell'insorgere dei calcoli?
Inoltre, in merito all'intervento. E' possibile eseguirlo anche in presenza di ciclo mestruale? (sono i primi cicli dopo il parto e non sono perfettamente sicura se lo avrò o meno, data la parziale irregolarità).
Dovrei anche essere operata di ernia inguinale (ripresentatasi durante la gravidanza). Quanto tempo dovrà passare tra un intervento e l'altro, nel caso non ci fosse alcuna complicazione?
Grazie per l'attenzione!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Esiste famigliarità per quanto riguarda la calcolosi della colecisti. Non vi sono problemi per l'esecuzione dell'intervento in presenza di ciclo mestruale. Deve assolutamente insistere perchè venga eseguito contestualmente anche l'intervento di ernia inguinale.
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Non sapevo fosse possibile eseguire contestualmente i due interventi, lo farò presente domani al prericovero (anche se la mia cartella già riporta la presenza dell'ernia). La ringrazio, chiederò senz'altro.
Questo potrebbe prolungare la degenza? Erano previsti due giorni (chiaramente se tutto è ok) e mi sono organizzata per quei giorni e qualche giorno successivo per un aiuto con mia figlia che ha tre mesi.
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Non vi è prolungamento di degenza in quanto l'intervento di ernia inguinale è eseguito solitamente in Day Hospital.