Utente 800XXX
Gentili Signori e Dottori,

vorrei sottopormi a un'ivg con aspirazione.
sono alla 7-8 settimana ed ho un fibroma di 4 cm che mi da alcuni crampi.

mi hanno proposto la pillola abortiva che ho rifiutato subito, mentre rimangono l'aspirazione con anestesia locale o totale.

con la locale so che l'intervento e' dolorosissimo e traumatico ma breve, pero' ho problemi nei giorni successivi alla anestesia locale (palpitazioni, pressione alta, panico fortissimo, non sto in piedi, come se fossi su una barca in tempesta. mi hanno detto che e' colpa dell'adrenalina. senza adrenalina dal dentista io non ho questi spiacevoli effetti nei giorni successivi.

con la totale, so che dura circa 10 minuti e che non intubano, pero' la mia preoccupazione e', avendo una pessima reazione alla locale, e' possibile che con la totale abbia effetti collaterali gravi?

sono molto spaventata perche' so di avere poco tempo ma qui' non mi rassicura nessuno (non vivo in italia).
avendo poi diverse allergie, pare facciano scaricabarile.

qualcuno saprebbe dirmi se c'e' un nesso tra reazioni pessime dell'anestesia locale e quella totale? e perche' la totale senza adrenalina non mi da gli stessi effetti?

la totale per 10 minuti, cosa puo' provocare?
aiuto!
sono molto sfinita, si, sono un soggetto ansioso ma immaginate oltre ai 40 anni ritrovarsi una gravidanza tra capo e collo...

grazie anticipate

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buonasera, non so dove affronterà l'intervento e da dove ci scrive, ma generalmente una revisione di cavità uterina per IVG viene effettuata in narcosi (anestesia generale) di breve durata perché breve è in fondo il tempo necessario all'intervento. Cioè non è la differente anestesia utilizzata (locale/generale) che cambia i tempi.
Decisamente più confortevole per il paziente è la narcosi soprattutto se l'intera situazione è gravata da ansia e paura. Se ha avuto poi altre esperienze negative con anestesie locali penso che la decisione sia facile da prendere. Lei vedrà sempre un anestesista prima di affrontare l'intervento al quale potrà comunicare tutte le informazioni sul suo stato di salute in maniera da prevenire qualunque complicanza. Certamente più rare le manifestazioni allergiche legate all'anestetico generale rispetto a quello locale anche se la questione delle allergie va attentamente esaminata perché spesso si confondono degli effetti collaterali dei farmaci anestetici con presunte reazioni allergiche. Il colloquio e la visita preoperatoria serve proprio a dirimere ciò.
La invitiamo pertanto ad essere più serena nella speranza che dopo questa chiacchierata si siano chiarite un po le idee.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 800XXX

Iscritto dal 2008
Salve,

grazie mille per la cortese e celere risposta.
sicuramente la mia reazione all'anestesia locale e' un effetto collaterale, solo mi chiedevo se l'adrenalina sia responsabile per questo.

e' vero che nell'anestesia narcosi breve somministrano adrenalina per svegliarmi?
mi viene il sospetto che l'infermiera di ieri si stesse solo comportando male perche' evidentemente disapprova la mia scelta.

ps: scrivo dall'estero da un paese europeo del nord.

[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buonasera, confermo che l'adrenalina può provocare rialzo pressorio, tachicardia, però l'effetto è di solito di breve durata.
Assolutamente falso che per il risveglio da una narcosi o da una anestesia generale si utilizzi l'adrenalina!!
Saluti
[#4] dopo  
Utente 800XXX

Iscritto dal 2008
ma allora era proprio una bastarda che mi voleva spaventare! :(
lo immaginavo.
grazie per la rassicurazione.

quindi se ho effetti collaterali spiacevoli da anestesia generale non significa debba averne con l'anestesia generale da breve durata.
me lo puo' confermare?

giuro che poi non la importuno piu'
e' gentilissimo, grazie :)
[#5] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
I farmaci per la narcosi sono gli stessi che si usano per la generale (almeno per quanto riguarda quelli ipnotici). Non vi sono effetti collaterali spiacevoli per la maggior parte dei pazienti ma se dovessero esserci ( nausea, vomito post operatorio ) si possono avere sia per la lunga che per la breve durata.
Penso di aver interpretato così la sua ultima domanda...
saluti