Utente 292XXX
Buongiorno,
scrivo per avere una informazione sullo specialista da consultare.
Da circa un mese ho un costante dolore lombare. In concomitanza con piegamenti in avanti (non in palestra ma i classici movimenti di piegamento della vita quotidiana) avverto un fortissimo bruciore in quella zona. Tale bruciore non mi impedisce il movimento anche se mi causa nausea e necessità di distendermi supina su un lato. Associato a questo avverto dolore quando sto in piedi per troppo tempo.
Ho avvertito per la prima volta una leggera lombalgia ad aprile 2012 che è regredita da sola. A distanza di quell'episodio ho avuto( ad un mese da esso) la mia prima forte colica renale. Ma i problemi lombari non erano così e si limitavano al dolore solo in concomitanza con le coliche. Ad esso è un mese che è costante.
Vorrei chiedere se devo consultare un fisiatra o un ortopedico.
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stephen Cavallino
24% attività
16% attualità
8% socialità
FERRARA (FE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Gentile paziente, Lei evidentamente ha due patologie in diagnosi differenziale.
La prima è la colica renale da probabile calcolosi renale o renella.
La seconda è lombalgia di n.d.d..
Queste due patologie vanno prese in considerazioni nella diagnosi differenziale per i sintomi che accusa.

Consiglio:
- Ecografia addominale superiore /renale
- Valutazione ortopedica o fisiatrica per lombalgia vera??
- Inoltre una terapia per il dolore che consiglio è poco conosciuto in Italia. si chiama Neuroproloterapia/Proloterapia.

Auguri.

Dr. Stephen Cavallino
[#2] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno,
la ringrazio per la sua risposta.
Cosa significa lombalgia n.d.d.? Ho eseguito,appunto per le coliche renali una recente ecografia dove si evidenziano ma ne ero a conoscenza già diversi calcoli renali in entrambi i reni. Ho questi calcoli da diverso tempo almeno 10 anni ,e non mi hanno mai dato problemi o altro, nè infezioni. E sono tra l'altro sempre identitici in grandezze e posizione.La renella non è mai stata riscontrata.
Un altra domanda è cosa significa che le due patologie devono essere prese in cosniderazione nella diagnosi?Cioè che sia l'urologo che l'eventuale fisiatra/ortopedico devono tener conto di entrambi i fattori?
Alla fine ho prenotato una visita fisiatrica e spero di avere qualche risposta.Non ho ancora capito se era meglio un ortopedico come prima scelta.In definitiva se non faccio piegamenti in avanti (i comuni nella vita di tutta i giorni) non ho alcun tipo di dolore. Non riesco a capirne la motivazione.
La neuroproloterapia allevia il dolore ma indaga anche sulle cause?
La ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Stephen Cavallino
24% attività
16% attualità
8% socialità
FERRARA (FE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Gentile paziente. visto che soffre di calcolosi renale, principalmente deve essere seguito dall'Urologo.
Per quanto riguarda la sua sintomatologia di lombalgia (di natura da diagnosticare - n.d.d.), credo che il fisiatra è la scelta giusta. Infine, la "Neuroproloterapia è risolutivo sia per il dolore che le cause di numerosi fattori dell'apparato muscolo-scheletrico, come ipercontrattura...

Auguri.

Dr. Cavallino
[#4] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio.
E' stato uno degli urologi da me consultato ad indicarmi di andare da una delle due figure professionali per capire l'origine di questo dolore lombare. Onestamente sono parecchio confusa ed ora spero solo che il fisiatra sia bravo.
La ringrazio
[#5] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno,
ho eseguito la visita dal fisiatra.
Le riporto sia il referto Rx eseguito sia la diagnosi del medico.
Referto:non evidenza di alterazioni osteostrutturali , rachide allineato,spazi intersomatici conservati ,assenti significativi aspetti degenerativi. Da segnalare la presenza di calciossificazione delle parti molli paravertebrali a destra nella parte posterione dell'addome:material intesinale?Calcoli ureterali?
Questo è stato il rferto. La mia domanda è se i Rx non vedono i calcoli,le calcificazioni che si osservano cosa sono?E avendo io calcoli (segnalati da ecografia nei calici renali) perchè si vedono calcificazioni a livelo ureterale?E' presenza forse di altri calcoli negli ureteri?
La diagnosi del medico è parestesia locale a seguito di ripetuta flessione ,addensamento di tipo degenerativo -artrosico a livello delle articolazioni interapofisiarie postero-laterali L4-L5.
La domanda è ,se nei RX c'è scritto niente di degenerativo perchè il medico lo ha scritto nel referto?Inoltre il medico mi ha detto, che in sintesi si tratta di artrosi della colonna vertebrale e che non ci sono molte soluzioni in merito. Mi ha prescritto una terapia con il laser ed di aspettare se passa. Posso fare sport, in montagna, o altro senza preoccuparmi o è preferibile stare un pò a riposo?
Inoltre lui mi ha parlato di una correlazione tra l'artrosi e lo stadio della mia calcolsi,cioè una specie di influenza reciproca e mi ha consigliato di fare analisi urologiche specifiche per scongiurare che non siano solo i calcoli. Non sono più tranquilla.Può darmi qualche indicazione?
La ringrazio
[#6] dopo  
Dr. Stephen Cavallino
24% attività
16% attualità
8% socialità
FERRARA (FE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Gentile paziente di Genova, Lei non si deve preoccupare.. Niente confusione.. Lei ha una calcolosi renale stabile che va controllata e se non ha degli episodi di coliche renale, è meglio. Per quanto rigurarda il rachide lombare, ha semplicemente una lombalgia con probabile compensazione dei muscoli dorso-lombari troppo contratti.
Artrosi alla sua età sicuramente non è avanzata.
Consiglio terapia locale (Il calore.. Termofero, borsa di acqua caldo ecc.), anti-infiammatori in casi di forti dolori ed eventulale terapia locale come la "neuroproloterapia".
Auguri e spero di essere stato chiaro.

Dr. Cavallino
[#7] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2013
La mia calcoli da coliche da diversi mesi.
Per quanto riguarda la mia artrosi spero anche io che non sia avanzata ma questo non posso saperlo. Ho riportato il referto del medico a cui non saprei aggiungere altro. Mi sembra strano che nel referto RX non si registri niente e che il medico abbia segnalato l'artrosi. Ma anche se non avanzata come si contrasta?
Lui mi ha parlato di paraestesie della colonna.
Dove si può eseguire la neuroproloterapia?E in cosa consiste?
Grazie
[#8] dopo  
Dr. Stephen Cavallino
24% attività
16% attualità
8% socialità
FERRARA (FE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Lei gentilmente si collega sul sito www.proloterapiaitalia.it e www.proloterapia.eu
e dovrà trovare i specialisti per la sua zona.

Auguri,

Dr. Cavallino