Utente 283XXX
Gentili dottori,circa tre mesi fa sono stato operato alla gamba sinistra per un intrappolamento dell arteria poplitea causato da un tendine che non mi favoriva la circolazione e che mi aveva provocato la chiusura dell arteria stessa.Mi è stato fatto cosi un intervento chirurgico dove è stato sezionato il tendine e creato un innesto con vena safena.Ora dopo l intervento non ho più problemi,ho fatto tutti i dovuti controlli e il tratto che prima era chiuso ora risulta aperto e la circolazione procede bene; Sono preoccupato perchè su internet ho letto che gli innesti con safena non durano a vita e dato che ho solo 20 anni mi preoccupa il fatto che in futuro dovrò rioperarmi.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Piergiorgio Settembrini
28% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile signore, l'intervento che le è stato fatto è stato corretto e le ha risolto un problema potenzialmente molto grave.
Nei giovani viene utilizzata la vena safena piuttosto che le protesi sintetiche perchè hanno una migliore adattabilità e seguono lo sviluppo dell'individuo e delle sue arterie.
Non è escluso che nel futuro non sia necessario, ma per tranquillizzarla posso dirle di aver operato tre pazienti anche più giovani di lei e fino ad ora di non averli ancora toccati dopo oltre 20 anni. La cosa più importante è che lei segua i consigli dei suoi curanti e si mantenga adeso ad un programma di followup.
[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Professore la ringrazio per la risposta.Come le ho già detto sono un ragazzo di 20 anni che prima dell'intervento praticava quotidianamente attività sportiva; ora son passati sei mesi dall'intervento e vorrei ricominciare a riprendere le mie attività fisiche. Ho il timore però che determinati movimenti o sport potrebbero compromettere l'andamento del mio innesto.Le vorrei chiedere inoltre come bisogna comportarsi affinchè questi "by-pass" abbiano la maggiore durata possibile.
[#3] dopo  
Prof. Piergiorgio Settembrini
28% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
Per la ripresa dell'attività deve sentire i chirurghi che l'hanno operata.
L'unico consiglio è quello di svolgere sport in cui i traumatismi siano assenti.
[#4] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per le risposte,cordiali saluti.