Utente 180XXX
Buongiorno, l'ultimo holter esguito ha avuto il seguente esito:

"Ritmo sinusale con fisiologiche variazioni cardiane della frequenza cardiaca, frequenza cardiaca media 70 bpm (frequenza cardiaca minima 47 bpm e frequenza cardiaca massima 128 bpm).
Due singoli battiti prematuri sopraventricolari.
Sette singoli battiti prematuri ventricolari a due morfologie.
Non aritmie ipocinetiche.
Non pause maggiori di 2 secondi.
Non alterazioni del tratto ST e/o dell'onda T."

L'ultima visita cardiologica l'ho fatta a novembre scorso ma non mi è stato diagnosticato niente di particolare; anche i precedenti holter (fatti perché di tanto in tanto avverto quelle che mi sono state definite extrasistoli) presentavano alcuni di questi battiti prematuri: nell'ultimo erano 9 ventricolari e 2 sopraventricolari.

Avendo notato dalle strip ECG allegate (confrontate con il diario da me compilato), che alcuni dei battiti prematuri ventricolari sono avvenuti sotto sforzo di media intensità, vorrei chiedere se la cosa potrebbe avere significato patologico e se mi consigliate di fare una rivalutazione cardiologica da uno specialista?

Grazie in anticipo.

Saluti,

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il numero registrato di extrasistoli è davvero irrisorio. Stia del tutto sereno.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio dottore,
è stato velocissimo. Vorrei chiederle solo una cosa che è più una curiosità: di questi battiti prematuri che ha registrato l'holter, due probabilmente li ho avvertiti (perché combaciavano gli orari del diario che ho compilato), mentre degli altri proprio non mi sono accorto (anche se sono avvenuti quand'ero sveglio).

La mia domanda è se, essendoci anche battiti prematuri che non sentiamo, la loro presenza è una cosa comune, nel senso che è normale che ogni (o quasi) persona ne abbia qualcuno magari senza saperlo, oppure è una cosa verosimilmente poco diffusa nella popolazione?

Grazie ancora.

Saluti,
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
E' comunissima, stia perciò tranquillo.