Utente 630XXX
salve, quanto reputate valido un test hiv a 28 giorni, effetuato con chemiluminescenza cmia risultato negativo?
Cordiali saluti
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Un test negativo a 28 giorni è molto poco significativo. La maggior parte delle sieroconversioni avviene tra la quarta e l'ottava settimana.
[#2] dopo  
Utente 630XXX

Iscritto dal 2008
non riesco a capire... non riesco a capire perchè chiedendo ad un medico risponde che non si vedono sieroconversioni dopo 28 giorni, altri che dicono che gran parte avviene dopo i 28 giorni... è tutto molto confuso, la mia paura aumenta e io non so a chi affidarmi...
come mai c'è cosi tanta discordanza su queto argomento? tutti son d'accordo sul fare i test a 3 mesi, ma per il resto non capisco..
[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente non vedo dove è la discordanza. Dire che uno sieroconverte dopo 28 giorni non significa che sieroconverte necessariamente al 29° giorno; dopo ventotto giorni vuol dire che in linea di massima dopo 28 giorni, cioè la quarta settimana, inizia la produzione anticorpale specifica, ciò può avvenire al 29°, o al 40° o al 60°etc. In alcuni pazienti prima in altri dopo,circa l'ottanta per cento sieroconverte entro otto settimane, rimane che un test a 100 giorni è sempre affidabile.
[#4] dopo  
Utente 630XXX

Iscritto dal 2008
Forse mi sono espresso male.. quello che volevo dire è ke in rete è facile trovare pagine che spiegano che le sieroconversioni avvengono entro i primi 30 giorni, c'è chi dice addirittuara che un test al trentesimo giorno ha validità del 95%... ho un po di confusione in testa, comunque il suo punto di vista mi è chiaro.
Addirittura ho trovato un sito tipo questo che riporta che la scientifica non segnala da un pezzo casi di sieroconversione dopo i 30 giorni... Quindi chi ha un test negativo dopo 30 giorni rimarrà tale.. non so piu a quale linea guida affidami.
[#5] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente su internet esiste anche chi dice che l'HIV non esiste, o chi dice che si cura con lo sciroppo di squalo. La cosa più importante è l'autorità delle fonti. Personalmente le posso garantire che l'autorità in materia è il Center for Disease Control di Atlanta da cui tutti noi attingiamo.
Per sua cultura le propongo alcuni siti assolutamente validi:
www.cdc.net oppure www.unaids.org inoltre tra i siti italiani sono autorevolissimi i colleghi di helpaids.
[#6] dopo  
Utente 630XXX

Iscritto dal 2008
certo è vero quello che scrive.. è che tutto ciò crea chiaramente confusione... l'informazione che ho letto era riportata da un infettivologo, tra l'altro girando il sito da lei consigliato ho visto che già un utente aveva trovato la stessa informazione sul fatto che il test si dovrebbe positivizzare entro 4 settimane e i colleghi di helpaids non hanno dato torto.. boh.. è tutto strano! Io continuo a rimanere un po' preoccupato anche se mi hanno detto che a 28 giorni sarebbe dovuto risultare almeno incerto il test in caso di contagio. Comunque la ringrazio per la disponibilità e sarei felice di riceve altri suoi eventuali punti di vista.