Utente 296XXX
Buongiorno, vi scrivo per esporvi il mio caso, e chiedervi consiglio su come muovermi per risolverlo e all'occorrenza quale controllo specialistico sarebbe piu indicato da seguire.
da 3 giorni si è verificata un'anomala secchezza sulla pelle del pene, per intenderci dal prepuzio in giù, il glande e la parte del prepuzio che lo ricopre non hanno alcun sintomo.
mi sono accorto che questo problema si è manifestato dopo un rapporto sessuale non protetto, a distanza di meno di 12 ore dal rapporto. Inizialmente credevo fosse solo un residuo di sperma che non mi ero accuratamente lavato via,
poichè la sensazione al tatto era come di avere un velo superficiale, semplicemente un po grinzoso, ma nulla di preoccupante. Dopo essermi lavato piu volte anche con saponi intimi buoni (uso Saugella Uomo) notavo che una volta che la pelle si asciugava la secchezza si riproponeva, la zona divena secca, grinzosa, un po squamosa, tendendo a "ritirarsi", dunque diventando poco elastica, infatti ancora non mi è successo ma temo che se si riproponesse un'erezione sentirei la pelle tirare piu del dovuto.
In tutto questo comunque non avverto ne pruriti, ne dolori, nessun rossore sospetto e nemmeno lacerazioni dovute alla secchezza(sto cercando di tenerlo il piu possibile idratato), l'unica cosa che mi preoccupa è che la zona interessata mi sembra si stia allargando.

La ringrazio in anticipo, e mi auguro non sia nulla di particolarmente problematico.
Buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,un rapporto non protetto,con partner conosciuta o meno,può dar luogo ad un'infiammazione del prepuzio/glande,che,però va diagnosticata,estendendo,se possibile,l'indagine anche alla partner.Esegua un tampone del secreto balanico e,se ritiene,ci aggiorni,evitando terapie autoprescritte.Cordialità.