Utente 296XXX
buonasera, da agosto scorso sto assumendo la pillola diane per regolarizzare il ciclo, curare la policistosi ovarica e ridurre la perdita di capelli copiosa. nonostante l elevato dosaggio è l unica pillola che riesco a reggere senza soffrire di emicranie, tensione mammaria e sbalzi umorali. l unico neo è che negli ultimi mesi ho notato un aumento considerevole della cellulite e pur facendo nuoto 2/3 volte a settimana e seguendo un alimentazione regolare non riesco ad eliminare depositi di grasso sull'addome e fianchi.. ho 31 anni, mai avuto gravidanze, sono normo peso 49 kg per 1.58 di altezza ma sono visibilmente piu gonfia rispetto a prima. ho pensato di ricorrere alla cavitazione ad ultrasuoni e ho prenottato 7 sedute di mezz'ora ognuna seguita da un altra mezzora di massaggio drenante. sono perplessa perche mi sono stati dati appuntamenti 2 volte a settimana. mentre leggendo su internet consigliano il trattamento uno a distanza dall'altro di 7/10 giorni.inoltre vi chiedo se occorre seguire particolari accorgimenti, il giorno precedente o quello successivo posso comunque fare nuoto? posso eseguire la cavitazione pur avendo il ciclo? avendo la pelle rilassata sull'addome ottengo un rassodamento oltre ad una perdita di cm o potrebbe crearmi un accentuazione della pelle flaccida? e vero che gli ultrasuoni possono danneggiare gli organi interni e quindi anche dell'apparato riproduttore? sono un po in ansia perche leggendo su internet trovo tanti pareri discordanti sull'utilizzo di questa metodica. farei volentieri palestra per sconfiggere quanto piu possibile il problema ma avendo l ernia del disco non mi è possibile praticare tante attivita. attendo una vostra risposta e ringrazio per la disponibilita.
[#1] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno
la cavitazione é una metodica volta al trattamento delle adiposità localizzate, non della cellulite.
Il disagio da Lei lamentato, per altro secondario ad una assunzione di farmaci, non troverà verosimilmente significativo giovamento da tale trattamento, volto a ridurre gli accumuli adiposi localizzati (adiposità) e non una problematica di tipo microcircolatorio come la cellulite (che però dal linfodrenaggio manuale potrebbe trarre una certa misura di beneficio). Potranno invece beneficiarne gli accumuli di grasso che lei riferisce presenti su pancia e fianchi.
Nessun rassodamento della cute ne miglioramento di una problamatica microcircolatoria emersa per altro in seguito ad una terapia ormonale ( che ovviamente deve continuare per ovviare alle serie problematiche per le quali le é stata prescritta)
La frequenza degli appuntamenti é effettivamente dubbia, ma occorrerebbe sapere a che potenza lavora la macchina con cui verranno eseguiti i trattamenti proposti.
Le sue abitudini sportive sono alquanto lodevoli, e la esorto a proseguire in quanto nono vi sono controindicazioni rispetto ai trattamenti in oggetto.
Cordiali saluti