Utente 209XXX
Egregi Dottori,
visto che nella sezione Ginecologia non ho ricevuto nessuno risposta, scrive come richiesto dal Dott. Piscitelli di nuovo qui.

Questa era la mia storia:
sono una donna di quasi 30 anni e soffro da 4 mesi di dolore pelvico a destra. All'inizio si pensava che fosse l'appendice o comunque un infiammazione del cieco ma adesso c'è anche il dubbio che i dolori vengono da un grande varicocele pelvico che ho a destra. Il varicocele è stato visto dal ginecologo tramite ecografia transvaginale con ecodoppler. Sono in lista per una laparoscopia per capire meglio appunto la causa di questo dolore. Il ginecologo mio ha detto che anche se non fosse il varicocele la causa adesso, sarebbe comunque da trattare visto la grandezza e il desiderio di un altro figlio (ho già due figli e un aborto terapeutico a 21 sett.). Lui mi scosiglia però di avere altri figli ma io vorrei tanto provarci ancora una volta anche se so che in queste condizioni è meglio di no. 3 mesi fa ho fatto una tac con mezzo di contrasto iodato ed è venuto fuori che sono allergica. Adesso il mio ginecologo ha detto che non posso fare la scleroembolizzazione e se il varicocele peggiora ancora devo togliere le ovaie e l'utero visto che la legatura delle vene non è efficace e non si pratica quasi più.
Io non posso credere che l'unica soluzione per questo varicocele sia l'isterectomia e volevo chiedere se c'è qualcos'altro che posso fare. Perchè la legatura delle vene non va bene? Visto che presto farò una laparoscopia non posso fare anche direttamente la legatura? Poi volevo ancora sapere se veramente è meglio che non faccio più altri figli? Con un vricocele pelvico c'è il rischio di trombosi o embolia polmonare?

Il dott. Piscitelli mi aveva già risposto (non a tutto) ma poi spostato la mia domanda.
Volevo precisare che non c'è nessun motivo perchè il mio ginecologo si rifiuta a trattare il varicocele con metodica videolaparoscopica. Mi ha detto semplicemente che questi interventi non si fanno più perchè la scleroembolizzazione funziona molto meglio e secondo lui ci sarà un modo per farla anche a me. Infatti ha detto di sentire un Suo collega che la pratica per sapere se c'è qualche altro liquido che si può usare per me visto che sono allergica al mdc. Io ho letto tanto in internet e non ho trovato altra soluzione ma lui dice che ci deve essere. Infatti vorrei chiarire questa cosa prima della laparoscopia tra 2 mesi così che eventualmente posso insistere per la legatura del varicocele.

Gentile Dott. Piscitelli, grazie mille ancora per la sua risposta anche se non mi ha risposto alle seguenti domande:
-è vero che se uno è allergico al mdc non c'è altro modo per fare la scleroembolizzazione, magari con altro liquido o con preparazione?
-è vero che dovrei rinunciare ad un altra gravidanza, anche se riuscissi a trattare questo varicocele, che così però si ripresenterebbe?
-Con un vricocele pelvico c'è il rischio di trombosi o embolia polmonare?

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Temo di non essere stato sufficientemente chiaro e me ne scuso:

"...Nel caso non risultasse sufficientemente visibile ai Colleghi, Le consiglierei di postare nuovamente il quesito in questa sezione".

Intendevo dire nella sezione di Ginecologia.


Altrettanto utile potrebbe essere inserire il consulto anche in Radiologia Interventistica
[#2] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Mi scuso allora. E Le ringrazio. Adesso proverò postare anche nella sezione radiologia interventistica.
Intanto non potrebbe rispondere solo a queste domande?
-è vero che se uno è allergico al mdc non c'è altro modo per fare la scleroembolizzazione, magari con altro liquido o con preparazione?
-Con un vricocele pelvico c'è il rischio di trombosi o embolia polmonare?

Grazie ancora