Utente 264XXX
Salve cari dottori,
ho 22 anni e un paio di settimane fa mi sono recata al pronto soccorso per un fortissimo battito "a tamburo" tipo battito cardiaco (ma indipendente da questo) presente nell'alto addome dalla parte sinistra, avvertibile anche solo al leggero tatto e molto molto fastidioso. Lì mi hanno solo palpata, senza procedere per precauzione ad ecografia, dicendomi che era un episodio nervoso. Il sintomo è scomparso la sera stessa, ma questa sera è tornato accompagnato da lieve bruciore.
Ho letto che potrebbe trattarsi di aneurisma aortico e sono preoccupata, anche perché da molti mesi avverto lo stesso battito anche a livello inguinale, sempre da sinistra.
Il medico dà la colpa anche alla magrezza (sottopeso di 11 chili rispetto al peso forma) ma se così fosse tale battito dovrei avvertirlo sempre, e non solo in certi momenti.
Aggiungo un particolare: entrambe le volte l'ho avvertito dopo aver consumato un pasto completo.
Di cosa potrebbe trattarsi? Devo preoccuparmi per l'aneurisma?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quello che lei descrive va sotto il nome di "aortismo": in pratica nel paziente magro e' possibile che egli noti sia visibilmente sia palpatoriamente la pulsatilita' dekll'aorta e delle arterie iliache. Questo dipende anche dalla posizione e dall'attenzione che il paziente pone a queste cose.

Quindi si tranquillizzi.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,
entrambi gli episodi mi hanno colta alla sprovvista in momenti in cui non stavo assolutamente ponendo attenzione a questa cosa. Inoltre, pur cambiando posizione per cercare un po' di sollievo, la sensazione fastidiosa non mi lasciava, tanto che ho dovuto persino annullare degli impegni, mi creda, di malavoglia.
Le ripeto poi che non trattavasi di un battito regolare, come quello cardiaco, ma di un vero e proprio "battito a tamburo" quasi impazzito, irregolare, indipendente da quello del cuore.
Nello stesso identico punto, da due giorni, ho un fortissimo dolore nella parte anteriore e posteriore, presumibilmente all'altezza del rene. Soffro infatti di pielonefriti recidive, specialmente in periodo di ciclo mestruale.
Mica gli episodi dello strano battito potrebbero essere riconducibili al mio problema renale?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi io non so che problema renale lei abbia, perche non ho la sua zotemia e creatininemia, ne tantomeno la sua ecografia o Tac.
Per cio che riguarda l aorta le ho gia espresso io mio pensiero
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Nessun problema rilevante, anatomicamente parlando non c'è nulla.
Ho solo il problema di queste pielonefriti recidive, causate da infezioni da escherichia coli, che purtroppo non s'è ancora capito da dove provengano, dato che ho sempre seguito a menadito le istruzioni dell'urologo (igiene intima impeccabile, bevo tanta acqua, consumo giornalmente succo di mirtillo puro, et cetera).
Dall'ultima ecografia effettuata un anno fa, è risultato tutto apposto...Purtroppo però le infezioni non si placano, anzi si ripresentano sempre più frequentemente.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Per cio' che riguarda le infezioni dell'apparato urinario non mi permetto di dire alcunche'. Si tranquillizzi tuttavia per il problema del battito addominale
Con questo la saluto
cecchini
[#6] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto dottore! saluti!