Utente 296XXX
Buongiorno, ho un problema che mi colpisce da circa due mesi.
Durante un rapporto sessuale, con una ragazza conosciuta in discoteca, ho avuto un calo di erezione al momento di infilare il preservativo.
Tornato a casa, ho provato a masturbarmi e una volta ottenuta la piena erezione ho indossato il preservativo per testare se anche in quel caso avrei perso l'erezione, cosa che è avvenuta.
Il problema è che da quel momento in poi mi è assolutamente impossibile raggiungere una nuova erezione, e quindi anche la masturbazione è compromessa. Riesco a raggiungere solo con stimolazione manuale delle tumescenze che però non arrivano mai a una completa erezione.
Da quel giorno ho notato anche un forte calo della libido nonchè della sicurezza in me stesso e mi rendo conto che questa cosa sta diventando un'ossessione.

Premetto che mai prima di quel giorno ho avuto alcun problema erettivo, la mia libido era alle stelle e ho avuto parecchi rapporti senza mai nessun problema di erezione.

A chi dovrei rivolgermi? Andrologo, psicologo(che tipo di psicologo?) o sessuologo?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,va da se che ormai il panico si sia impadronito di Lei,condizionando la funzione erettile che,in quanto spontanea,non andrebbe razionalizzata...Cali di tensione,con o senza il profilattico,sono da corsiderarsi fisiologici ma,a questo punto,una visita andrologica servirebbe ad allontanare fantasmi attraverso una diagnosi oggettiva.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti
40% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012

Concordo col collega. Dovesse risultare tutto OK all'analisi oggettiva, non trascuri una consulenza presso un sessuologo clinico, al fine di analizzare gli aspetti psicologici che - probabilmente - stanno alla base del problema.
[#3] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
Vi ringrazio per le risposte.

Secondo voi potrebbe essere lo stress prodotto dalla preoccupazione per l'erezione ad aver causato questo drastico calo della libido?
Mi sento come se fossi asessuale :(
[#4] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti
40% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Sì, certo, dove c'è un problema si instaura un meccanismo di evitamento (ha presente la volpe e l'uva? "Se non ci riesco, non mi piace più") . Rispetto alla Sua ultima ipotesi, peraltro possibile, noi sessuologi prima tendiamo ad escludere componenti organiche (attraverso una visita urologica / andrologica), per passare poi alla componente psicologica nelle sue varie forme nel caso il corpo non segnali nessuna malattia. Torni quindi alla indicazione che Le ha dato il dott. Izzo inizialmente. Non attenda molto tempo, altrimenti questa preoccupazione si insedierà nella sua mente in maniera più stabile, peccato!
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere ancora altre informazioni andrologiche e dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.