Utente 297XXX
Buongiorno,
sono un uomo di 35 anni. Fino a novembre 2012 non ho avuto alcun tipo di problema di erezione, avendo una vita sessuale assolutamente soddisfacente e con nessun episodio di impotenza o disfunzione erettile.

Intorno a novembre 2012 ho avuto dei forti dolori alla zona lombare della schiena, che si manifestavano soprattutto quando mi trovavo in posizione eretta, impedendomi di stare in piedi per più di pochi minuti. Esattamente un paio di giorni prima dell'inizio di questi forti dolori ho avuto il primo di una serie di episodi di disfunzione erettile che variavano dalla completa mancata erezione a situazioni in cui il pene aveva una rigidità non completa, a volte non sufficiente per completare il rapporto sessuale, altre volte un'erezione comunque non "duratura", intervallata anche da giorni in cui invece l'erezione si presentava "soddisfacente".

Preoccupato principalmente dai dolori alla schiena ho effettuato un RX e una TAC e contestualmente delle sedute da un osteopata alla quale ho comunque raccontato anche il problema di natura sessuale. L'osteopata ha avanzato l'ipotesi che il mio dolore alla zona lombare derivasse da un problema renale (più che da un problema articolare) perchè a suo dire avrebbe spiegato il coinvolgimento di natura sessuale.

Ad ogni modo dopo un paio di settimane i dolori sono scomparsi, ho ripreso la mia normale attività lavorativa e sportiva, mentre le funzionalità sessuali sono rimaste come dire "altalenanti". Abbastanza soddisfacenti da permettermi di "nascondere la testa sotto la sabbia" ma comunque non sono tornate alla mia situazione pre novembre 2012. Attualmente ho delle erezioni che non sono complete com'ero abituato, anche se nella maggior parte dei casi sono soddisfacenti e sufficienti per completare il rapporto sessuale. In altri casi, per fortuna pochi, ho invece dei problemi che mi impediscono di avere un rapporto sessuale completo.

Ho deciso di non ignorare più il problema e di andare a fondo. Chiederei a voi innanzitutto un'idea di massima e, anche per non perdere tempo in visite inconcludenti, sapere a quale area della medicina rivolgermi.

Aggiungo altre informazioni (anche se probabilmente non sono utili, ma meglio metterle che non).
Sono donatore avis e nelle ultime (e penultime) analisi sono stati riscontrati alcuni valori fuori range:
S-ALBUMINA % 66,7 (56-66)
S-ALBUMINA 5,07 (3,6-4,8)
S-BETA-1-GLOBULINE 0,42 (0,44 - 0,8)
S-ALFA-2-GLOBULINE % 7,9 (8-12,6)
S-BETA-1GLOBULINE % 5,5 (7-10)

Inoltre mi sembra negli ultimi periodi di vedermi col viso un pò "gonfio" da ritenzione idrica, anche se il resto del corpo sembra non accusare questo problema.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

purtroppo, in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la causa del suo reale problema clinico e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta un esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.