Utente 175XXX
Egregi Dottori,
sono un avvocato (quasi) 38enne da tempo alle prese con ansia e panico.
Da diverso tempo, forse causa ... iponcondria latente ! ... ho paura di avere la pressione elevata, e mi capita di misurarmela con una certa frequenza soprattutto quando mi sento agitato.
Utilizzando un apparecchio elettronico, capita che i valori siano anche pari a 145/95 (frequenza circa 85/90 bpm). devo evidenziare che quando a misurarmela è mio padre (medico in pensione) con l'apparecchio a mercurio è in genere più bassa (130/85).
Il mio quesito è: qualora la pressione fosse realmente su valori 145/95 circa, vi sono rischi o posso evitare di preoccuparmi? Mi risulta che i valori ottimali sino inferiori a 140/90.

Grazie se vorrete darmi il Vostro parere
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
è ovvio che a lungo andare lei possa sviluppare un vero e proprio stato ipertensivo se non riesce a controllare il suo stato emotivo. Rivolga le cure perciò a percorsi di training autogeno e alla cura della sua ansia. Inoltre faccia del costante moto fisico e riduca il sale e caffè dalla dieta.
Saluti