Utente 281XXX
una donna di 65 anni puo essere trapiantata di fegato avendo la cirrosi epatica scompesata da ascite ,encelofopatia 1 volta con colinesterasi a 980 azotemia 90,piastrne tra i 75000 e 95000. emoglubine tra 11 e 9 dopo aver avuto 2 volte trasfusioni e 1 apc trattata con argos puo avere un anestesia totale per trapianto da donatrice vivente grazie dei consulti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, purtroppo la risposta alla sua domanda non può essere precisa come Lei certamente desidererebbe. Innanzi tutto non sappiamo se la sua mamma è stata messa in lista per un trapianto, ossia se i sanitari curanti la ritengono idonea a beneficiare di un trapianto, il possibile donatore vivente dovrebbe poi essere studiato per valutare la sua compatibilità eventuale sia morfologica che sierologica.
Condizioni cliniche anche molto compromesse non controindicano in assoluto una anestesia per un intervento salvavita anche se indubbiamente il rischio sarebbe aumentato e la ripresa postoperatoria probabilmente più indaginosa.
Spero che, per quanto possibile, io sia stata chiara, altrimenti non esiti a scrivere ancora.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio molto di rispondermi i sanitari che seguono mia mamma dic0no che è si è complicata la situazione ho chiesto di fargli anche la tips ma dicono che si va in coma anche perche se non prende levolac va in coma epatico. anche facendo gastroscopie non gli viene fatto nessuno anestetico. non so dobbiamo tirare avanti cosi, mi dicono che essendo cirrotica scompesata a parte il complicato intervento non puo avere l,anestesia. lo so che mi devo preparare al peggio anche se vorrei salvarla
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, comprendo la situazione come medico e come persona più di quanto lei possa immaginare.
Un consiglio le posso dare se giustamente non desidera lasciare nulla di intentato: chieda una "second opinion", un consulto a dei diversi specialisti. Sono molto bravi per esempio i medici del S. Orsola Malpighi a Bologna, nel Reparto del Prof. Pinna, mi creda se le dico che l'anestesia è l'ultimo dei tanti problemi, e non il maggiore.
Può trovare tutti i riferimenti sul Sito dell'Ospedale.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
dottoressa lei è stata gentilissima e molto umana a rispondere parlando con i sanitari che la seguono mi è stato detto che per l,ammonio alto, anemia, varie legature, trattamenti endoscopici presenza di diabete gave allo stomaco lieve insufficienza renale ascite trattata varie volte con paracentesi e perdita di peso ed eta avanzata non sarebbe il caso di trapianto purtroppo devo accettare la situazione' non so la ringrazio moltissimo delle vostre risposte .