Utente 297XXX
Egregi medici di questa sezione;

tempo fa a seguito di fastidi urinari mi hanno diagnosticato una prostatite (prostata ingrossata e calcificazioni all' ecografia).
La spermiocoltura per ricerca germi comuni, neisseria gonorrhoeae e miceti evidenziò solo Eschericia Coli che fu debellata con levofloxacina.
Gli esami microscopici sul sedimento urinario non hanno rilevato trichomonas, ma solo alcuni batteri e leucociti e la ricerca degli anticorpi per la chlamydia trachomatis è risultata negativa.
Anche gli esami del sangue compreso testosterone. dht, dheas, estradiolo sono risultati nella norma.

Adesso la spermiocoltura di un mese fa risulta positiva (alcune colonie) solo per staphylococcus lugdunensis, ma l' urologo mi ha detto che senza dubbio si tratta di una contaminazione perche questi batteri "vivono" nell' uretra terminale e non sono pericolosi per la prostata considerando anche la bassa carica.
L' ultima urinocoltura eseguita assieme alla spermiocoltura citata sopra, è risultata positivo debole per Klebsiella 10000 UFC/ml, e sono in attesa dei risultati dell' esame che ho ripetuto su consiglio del mio medico di famiglia ieri Sabato 30.

I sintomi persistono: bruciore al pene non appena inizia lo stimolo ad urinare e al termine della minzione, getto di urina debole, sgocciolamento postminzionale, urgenza minzionale solo diurna.
Non ho fastidi durante l' attività sessuale, anche se non raggiungo mai la massima rigidità da inizio del problema, ma tuttavia l' eiaculazione mi da un senso di sollievo ai sintomi urinari e se questa è compromessa come quando il pene è poco rigido e viene bloccata dalla pelle del prepuzio che stringe sullo sbocco dell' uretra (ho una fimosi), ho poi fastidi più accentuati come se dovessi "scaricarmi" di nuovo.

L' urologo non da peso al problema ritenendo che la prostatite è guarita e la persistenza dei sintomi sia dovuta all' ingrossamento della ghiandola che resta tal quale dopo un severo processo infiammatorio, anche a vita.
Il mio medico di famiglia invece attribuisce i sintomi ad una uretrite perche secondo lui la prostatite da dolore e vorrebbe che facessi un tampone uretrale (ritenuto inutile dall' urologo).

Aggiungo che non fumo e non bevo, ho un'alimentazione regolare, non sono sedentario e non ho una partner da molti anni.

Voi che consigli mi date?
Mi rassegno così, finendola con gli esami?

Cordiali Saluti e auguri di buone feste.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali altri passi fare sia a livello diagnostico che terapeutico.

Comunque se desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html,

http://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

alla luce della sua storia clinica e dei suoi sintomi ..."I sintomi persistono: bruciore al pene non appena inizia lo stimolo ad urinare e al termine della minzione, ..." consiglierei di effettuare come le ha consigliato il suo medico un tampone uretrale con relativo antibiogramma e quindi se poi avesse ancora necessità ci faccia sapere.

Cordiali saluti
[#3] dopo  


dal 2013
Grazie delle risposte.

Per il Dottor Carlo Maretti:

Quindi i sintomi sarebbero più da uretrite che da prostatite?

Saluti
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
sembrerebbe più una uretrite che comunque andrebbe confermata con una visita.

Ancora cordialità
[#5] dopo  


dal 2013
Il problema del tampone è che presento uno sdoppiamento dell' uretra con due orifizi molto piccoli.

Secondo voi se faccio una uricocoltura sul primo getto di urina al mattino dopo spremitura prostatica (come consigliato da un sostituto del mio medico di famiglia), potrebbe andare bene lo stesso?

Cordiali Saluti
[#6] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
sì potrebbe andare bene.

Ancora cordialità
[#7] dopo  


dal 2013
Grazie
[#8] dopo  


dal 2013
Aggiorno che il risultato dell' urinocoltura del primo getto è risultato negativo.

Cordiali Saluti
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, ora completi l'indagine colturale e poi risenta sempre il suo urologo od andrologo ed infine ci riaggiorni, se lo desidera.

Ancora cordiali saluti.
[#10] dopo  


dal 2013
Gentile Dottor Beretta

Si, già anche risentito l' urologo che mi segue:
lui esclude un processo infettivo, ma secondo lui la prostata può rimanere debolmente infiammata e ingrossata molto a lungo dopo un' infezione, anche per anni.

Secondo lui non c'è da fare niente, mi ha raccomandato di seguire un' alimentazione regolare e ricca di frutta e verdura, di limitare alcolici, caffe e fumo (già non sono fumatore).
Secondo lui in assenza di un quadro ipertrofico non servono più gli integratori a base di serenoa che mi aveva prescritto durante la fase acuta e non funzionerebbero per ridurre le dimensioni quando la causa è conseguente ad una prostatite risolta.


Ancora grazie

Cordialissimi Saluti
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quelli del suo urologo mi sembrano indicazioni e consigli condivisibili e quindi li segua.

Cordiali saluti.
[#12] dopo  


dal 2013
Grazie