ecg  fase  
 
Utente 234XXX
Gentilissimi Dottori buongiorno,
vi scrivo per avere delucidazioni su un sintomo che mi era scomparso ma che mi si stra riproponendo in questi giorni.
Alcuni mesi avvertivo in modo molto marcato il battito del cuore all'interno del petto, a tal punto da mettermi molta ansia addosso. Allo stesso tempo compariva anche la sensazione di tuffo al cuore, come se ci fosse un battito in meno rispetto a quelli soliti.
La cosa mi provocava oltre che ad uno spavento anche una lieve mancanza di fiato, anche perchè l'episodio si presentava più volte in fase di inspirazione o espirazione profonda. Dopo circa qualche settimana i sintomi sono regrediti. Ho comunque consultato un cardiologo molto conosciuto della mia vittà che mi ha sottoposto solamente ad un ECG che ha suo dire è risultato nella norma, così come la pressione arteriosa. Mi ha detto che, al verificarsi nuovamente di tale problema si poteva procedere con l'Holter.
Dopo quanche mese senza problemi, in questi giorni si è ripresentato lo stesso sintomo accompagnato da qualche dolore vago sparso per il petto. Vi dico anche che sono donatore AVIS e nell'ultimo ECG fatto mesi fa mi sono state travate delle extrasistole sopraventricolari (era però un periodo che di questi sintomi non avevo neanche l'ombra). Il cardiologo però che ho consultato ultimamente non miha proprio parlato di queste cose. Volevo sapere, nell'attesa di consultare nuovamente il medico, led seguenti cose:

1) è valido l'holter per capire meglio la situazione?
2)è necessario pretendere l'ecocardiogramma o qualche altro esame?
3)posso andare incontro a gravi problemi con sintomi di questo tipo?

In attesa di una vostra risposta porgo i miei più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La sintomatologia che lei riferisce e sia per tipo che per durata del dolore non pare di origine cardiaca.
Informi ovviamente il suo medico ma si tranquillizzi
Arrivederci
Cecchini