Utente 297XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 20 anni...Ho sempre praticato sport fino a 17 anni a livello agonistico e poi a livello amatoriale (canottaggio). Non fumo, non mi drogo e non bevo. Intorno alla fine di novembre 2012 tuttavia ho cominciato ad accusare delle extrasistoli, con piccoli dolori al centro del petto, nella zona intermammellare. A gennaio sono riuscito a farmi vedere da un cardiologo che durante un eco color doppler ha trovato il ventricolo destro leggermente dilatato e diverse extrasistole sopraventricolari; mi sono sottoposto dunque ad un holter cardiaco(24h) dove mi sono state riscontrate circa 15 Mila extrasistole sopraventricolari con rare coppie. Di conseguenza dopo una 20ina di giorni ho effettuato un RMN cardiaca con mezzo di contrasto, dove mi é stata riscontrata solo una piccola fibrosi nella zona papillare, con funzioni di pompa, cinetica e struttura ottime! Si é pensato subito ad una miocardite con cause virali, e mi hanno detto di non prendere freddo e di non praticare alcun tipo di sport per 6 mesi (fino ad estate 2013, per intendersi). É stato inoltre notato che sotto sforzo queste extrasistole svanivano quasi del tutto, e che erano presenti dunque solo a riposo. Tutto ciò prima di metá febbraio. A metá marzo mi sono fatto vedere da un altro cardiologo, che ha invece escluso una miocardite, ed ha piuttosto ipotizzato o un fatto genetico( mia nonna cardiopatica e mia madre tachicardia con ritmo sinusale), anche se con basse probabilitá, o un fatto mio di costituzione dove può essere avvenuto un alterazione dei canali del sodio che quindi provocano nell' atrio destro un piccolo corto circuito!!! In questo caso devo fare analisi più approfondite ed eventualmente proseguire con un ablazione ( che ho letto non avere grandi possibilitá di successo definitivo) . Nel frattempo io continuo a sentire piccoli dolorini al petto, ansia, il cuore che dopo un minimo movimento o dopo aver mangiato sembra che pompi 100 volte più intensamente e mancanza di aria ( tant'é che molte volte cercando aria effettuo "sbadigli forzati" soprattutto dopo i pasti) e sto passando giorni davvero brutti....non sapendo davvero cosa potrei avere....i dottori dicono niente di grave o pericoloso ma io continuo a chiedermi cosa potrebbe essere..penso a volte che alcune cose potrebbero essere collegate all'esofago ( pesantezza sul petto e sotto lo sterno dopo i pasti). Sto prendendo almarytm 100mg 1 la mattina e una la sera( e le extrasistole infatti sono scese a 2000 al giorno) .......Vi sono mai capitati casi come il mio? A cosa potrebbero essere riconducibili questi sintomi.... Vi ringrazio anticipatamente e vi saluto cordialmente.
Enrico

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile Enrico,
l'extrasistolia sopraventricolare è benigna e sebbene talora possa complicarsi con la genesi di una vera e propria aritmia, è comunque ben controllabile farmacologicamente. Spesso essa è conseguenza di problematiche di altri organi come tiroide o gastroesofagei, se non legata a fattori ansiogeni. In generale la sua condizione non è particolarmente allarmante ma andrebbe comunque seguita da un aritmologo.
Saluti