Utente 291XXX
ca.Andrologo
da.Giuseppina

Buongiorno Dottore,vorrei un informazione,ecco spiego quanto segue:

MIo marito un uomo di 48 e affetto da ipertensione da un anno e mezzo prende
regalari framaci antipertensivi, ma qualche volta gli capita da quando e
iperteso che appenna ha lo stimolo eiculatorio l' erezione nn regge quasi piu'
inftt il pene perde la turdicita,
' e molto piu' sensibile all' eiculazione da quando e diventato iperteso
oppure da quando prende i farmaci per l'ipertensione?


Attendo una vostra risposta al piu' presto possibile.

Le

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

il consiglio è di procedere con una visita specialistica per valutare le cause che possono determinare il calo erettivo attraverso esami specifici quali i dosaggi ormonali e un ecodoppler dinamico penieno. IL calo erettivo potrebbe innescare un meccanismo di difesa che riduce il tempo eiaculatorio.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
mi scusi dott cosa significa il calo erettivo puo innescare un meccanismo di difesa che riduce il tempo eiculatorio,cmq abbiamo fatto gia ' tutte le analisi di tutti gli ormoni e sono risultati ottimi ,io volevo sapere se l'ipertensione porta a qst problema,grazie mille x la gentile cortesia ke lei ha nel rispondermi .Buonasera Dottore
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
poichè l'erezione dura poco , l'eiaculazione si attiva prima come per difendersi dall'accusa di non riuscire a mantenere l'erezione. Gli esami ormonali non sono sufficienti per fare una diagnosi serve anche valutare la situazione vascolare attraverso un'ecodoppler dinamico penieno.

Un cordiale saluto