Utente 298XXX
Compirò 20 anni quest'anno. Non ho MAI avuto una ragazza e tantomeno un'esperienza sessuale. Ho praticato la masturbazione dall'età di 14 anni fino ai 16 (a volte anche 2 volte al giorno).

L'anno scorso, mi sono finalmente fidanzato. Ci amiamo moltissimo e stiamo davvero bene insieme. Come me, anche la mia ragazza è "neofita" (se così si può dire) per quanto riguarda il sesso.

Vado ad esporre il mio problema, descrivendo la situazione nel modo più ampio e chiaro possibile.
Quando facciamo l'amore (la prima volta, il 23 dicembre scorso; con una media di circa 1/2 volte la settimana da allora fino ad oggi), inizio sempre io. Le pratico del sesso orale, molto inteso (20 minuti non-stop) quando raggiunge "l'orgasmo clitorideo" (credo si chiami così), mi fermo. Ci coccoliamo un po' (circa 2/3 min credo) e, dopo aver indossato il preservativo, penetro delicatamente.
Il mio problema, arriva quì: dopo circa 2 o 3 "avanti-e-indietro" (quindi 1 min a dir tanto), eia****.
Non riesco a resistere, se non fermandomi del tutto per qualche minuto cosa che però non posso sempre fare poichè rovina un po' il momento magico, con il rischio che tutto vada in frantumi.
Non ho assolutamente problemi di erezione o rigidità del pene. Però, mentre le sto praticando il sesso orale, mi sento terribilmente eccitato (forse più del previsto).

La mia ragazza, che è davvero un angelo, non mi fa minimamente pesare la cosa e dice che comunque per lei è stato bellissimo e che l'esperienza migliorerà la cosa, ma non ne sono del tutto convinto. So che "la cosa" dovrebbe durare molto di più. Abbiamo provato a cambiare posizione (lei sopra) ma comunque, dopo 6 o 7 movimenti di lei, eia****.

Non sono assolutamente in ansia in quei momenti e, per quanto riguarda l'ambiente, siamo in camera mia, nel letto, senza nessuno in casa (quindi massimo della rilassatezza). Non so se è importante, ma il rapporto si consuma solitamente subito dopo (circa 10 min dopo) il pranzo o la cena.

Questa è la situazione media. E' successo però, in alcune circostanze, che la cosa durasse molto di più (circa 10 min). Chiaramente, la "seconda volta", ottengo prestazioni nettamente superiori (anche 20 min).

Non capisco dove può essere il problema e ho pensato di rivolgermi a voi. Sono preoccupato perchè non so a cosa questo sia dovuto e vorrei trovare una soluzione al più presto.

Spero di essere stato sufficientemente chiaro ed esaustivo. Per qualunque richiesta, vi prego di non esitare.

Grazie 1000.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

da quello che ci racconta sembrerebbe trattarsi di una eiaculazione precoce di tipo primario che andrebbe inquadrata dallo specialista per verificarne le cause e quindi per proporle una terapia medica e/o psicosessuologica. Si confronti con lo specialista e poi sefosse necessario ci faccia sapere.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dott.
La ringrazio molto per la risposta. Prenderò in considerazione l'idea di rivolgermi ad uno specialista.

Nel frattempo, c'è niente che possa fare per "attenuare" questo problema? E' curabile? Esistono dei metodi "naturali" per combatterla? E' possibie che passi da sola?

La ringrazio moltissimo.
Augurandole buona giornata e buon lavoro, La saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se esistessero alternative non le avrei risposto come le ho suggerito in precedenza, o affronta il problema in modo corretto o rischia di peggiorare la sua sintoimatologia.

Ancora cordialità
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Maretti, che mi ha preceduto, se desidera poi avere altre informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.