Utente 298XXX
Salve,
oggi ho effettuato spermiogramma e di seguito inserisco il risultato:

volume: 3,2ml
colore: BIANCASTRO
aspetto: TORBIDO
liquefazione a 30': COMPLETA
viscosità: AUMENTATA
PH: 8,4

Concentrazione spermatozoi: 50 milioni/ml
Concentrazione eiuaculato: 160 mln

a) motilità progressiva veloce: 20%
b) motilità progressiva lenta: 16%
c) motilità non progressiva: 6%
d) Immobili: 58%

Leucociti: ALCUNI
Cellule Spermatogeniche: PRESENTI
Cellule Epiteliali: RARE
Emazie: RARE
Agglutinati: ALCUNI
Cristalli: ASSENTI

Mar-Test (antic. anti-spermatozoi IgG): NEGATIVI

Forme tipiche: 10%
Anomalie della testa: 50%
Anomalie collo/tratto intermedio: 3%
Anomalie Coda: 1%
Forme Amorfe: 36%
Forme Immature: 0,20 MILIONI/ml

I risultati sopra riportati sono dell'ultimo (fatto Oggi) dopo 20 giorni dalla fine della terapia con BASSADO E ZITROMAX.
Vorrei avere un parere su questo risultato attuale.
Giusto fare anche un riassunto della mia storia clinica.
Ho effettuato, prima di quest' ultimo, tre spermiogrammi nel giro di un anno tutti molto buoni come numero, motilità, ecc.
Nel primo era evidenziata una viscosità leggermente aumentata e rare emazie e alcuni leucociti. Nel suiccessivo, i valori, pur restando più che dicreti sono peggiorati ed in particolar modo la viscosita (aumentata) e il ph 8,2 ma la coltura ha dato esito negativo. La mia compagna ha però trovato nel tampone Ureaplasma e dunque il mio urologo ci ha dato terapia di tre mesi di bassado (15 gg si 15 di pausa 2 cpr/die) e zitromax per due mesi (3 giorni si e 7 di pausa).
Al termine della terapia il tampone della mia compagna risultava negativo mentre il mio spermiogramma era ulteriormente peggiorato (sempre però valori discreti e tutti sopra i parametri di riferimento) specialmente il PH arrivato a 8,5 e la viscosità FORTEMENTE AUMENTATA ma la coltura ha data ancora esito negativo!!!
Secondo l'urologo l'ureaplasma può anche non emergere da esame colturale ma essere presente perchè il ph elevato e la viscosità fortemente aumentata sono indici di infezione. inoltre il diminuito numero di spermatozoi e la riduzione dellla motilità sembrano confermare che qualcosa sta peggiorando.
Ora mi chiedo in primis come mai se ho questo maledetto ureaplasma non si vede!!! In secondo luogo dopo 3 mesi di bassado e 2 di zitromax come mai ancora c'è (ci sarebbe)???
L'urologo ma ha detto di eseguire terapia con avalox per 9 giorni (una cpr/die), 10 giorni di pausa e poi di nuovo 9 giorni di avalox dicendomi che poi starò benissimoe i miei valori torneranno normali! Ma si può andare per tentativi senza sapere per certo che cosa ho????
Sono un po' preoccupato, spero che qualcuno mi sappia aiutare o almeno dare conforto.
La mia domanda ora è: Inizio terapia con AVALOX?
GRAZIE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

non potendo confrontarmi con gli altri esami seminali eseguiti, l'attuale è nella norma ad eccezione di alcuni segni macroscoppici e microscopici che rivelano la probabile presenza di una infiammazione/infezione da confermare sia con l'obbiettività( visita) che attraverso esami culturali.

Gli esami seminali possono essere peggiorati non per l'ureaplasma ma per le terapie antibiotiche fatte, per la eventuale ricerca dell'ureaplasma sarebbe auspicabile un esame uretrale eseguito poi in metodica PCR.

Un cordiale slauto
[#2] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la risposta.
Secondo lei è bene comunque fare terapia con avalox e vedere al termine come va lo spermiogramma?
Mi chiedo poi, come mai l'esame colturale è sempre negativo?
Ho fatto anche esame Psa ed è nella norma (0,35 e Psa free 0,12) la prostata é normale con ecografia.
Che cosa potrebbe far alterare ph e viscosita?
In ultimo, con questi valori e con il ph e la viscosita aumentati posso concepire figli?
Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
personalmente farei gli esami culturali che le ho consigliato e quindi verificherei se anche con la metodica PCR risulti negativo. Il pH e la viscosità possono modificarsi per vari motivi come infiammazioni, infezioni, dieta, ecc e da un semplice esame seminale non è possibile rispondere alla sua ultima domanda, infatti un esame seminale da dei valori statistici che vanno valutati voce per voce.

Un cordiale saluto
[#4] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Cos'è la metodica PCR?
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'acronimo PCR viene dall'inglese: Polymerase Chain Reaction ed è una tecnica di biologia molecolare complessa che consente di ottenere in vitro l'amplificazione di frammenti di materiale genetico.

La scelta del materiale genetico da amplificare, tramite PCR, dipende da ciò che si è interessati a verificare e per tale motivo si ricorre a differenti strategie come, ad esempio, in caso di malattie infettive si possono amplificare geni del microorganismo in questione; in alcuni casi il bersaglio da mettere in rilievo può anche essere una molecola di RNA (come, ad esempio, nel caso di alcuni virus).

In estrema sintesi è una tecnica di biologia molecolare più precisa per arrivare ad individuare un microrganismo che si ha difficoltà a svelare solo utilizzando una indagine colturale.

Cordiali saluti.


[#6] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno,
Sto prendendo avalox per 9 giorni e poi ripeterò l'esame.
Secondo voi sarebbe utile fare anche un piccolo ciclo di anti infiammatori?
Se si quale?
Inoltre, se il problema non fosse infezione o infiammazione come posso fare abbassare il ph e la viscosita? Ho letto che alcuni consigliano fluimucil.
Grazie mille
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non si pasticci e soprattutto non riceva indicazioni terapeutiche via internet.

Bisogna ora sentire in diretta il suo andrologo di fiducia.

Ancora cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Dalla coltura è finalmente risultato che ho enterococco fecalis!
Carica 100.000!!!
Ma è grave questa cosa? Può dipendere da questo batterio l'aumento del ph e della viscosita oltre al fatto che il mio spermiogramma e peggiorato nel tempo?
Grazie
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, potrebbe essere lui la causa di tutto ma ora bisogna sentire sempre in diretta il suo andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.
[#10] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Ma è grave?
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E' un microrganismo ubiquitario non sempre dà problemi.

Le ripeto ora bisogna sentire, sempre in diretta, il suo andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.
[#12] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Sentirò il mio andrologo ma nel frattanto sapreste dirmi se questo batterio fa aumentare la viscosita e il ph dello sperma?
Inoltre avere questo batterio nello sperma significa avere una prostatite?
A me risulta carica batterica 100000, è molto?
Le cure sono lunghe?
Grazie mille
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sono tutte domande le sue che solo al suo andrologo in diretta può fare; in via preliminare io le posso solo dire che la viscosità ed il pH non regolari potrebbero essere dovuti alla presenza di questo microrganismo.

Sulla prostatite e le cure invece la rimando sempre al suo specialista di fiducia.

Ancora cordiali saluti.
[#14] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
RIPORTO L'ANTIBIOGRAMMA
ENTEROCOCCO POSITIVO
CARICA BATERICA 100.000

AMPICILLINA <= 2 SENSIBILE
AMPICILLINA/SULBACTAM <=2 SENSIBILE
CEFUROXIME >= 64 RESISTENTE
IMIPENEM <= 1 SENSIBILE
LEVOFLOXACINA 0,5 RESISTENTE
MOXIFLOXACINA <= 0,25 RESISTENTE
TIGECICLINA <= 0,12 SENSIBILE
ERITROMICINA >= 8 RESISTENTE
CLIDAMICINA >= 8 RESISTENTE
LINEZOLID 2 SENSIBILE
TEICOPLANINA <= 0,5
VANCOMICINA 1 SENSIBILE
NITROFURANTOINA <= 16 SENSIBILE
TRIMETOPRIN/SULFAMETOSSAZOLO <= 10
[#15] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Sono molto depresso.
Sono stato dal mio andrologo di fiducia e lui mi ha detto che l'enterococco è una sovrainfezione ma che io ho ancora L'ureaplasma (che non è mai stato positivo dalle colture che ho fatto!).
Ha detto di continuare la terapia con avalox (moxifloxacina) e aggiungere tachipirina 1000 per l'enterococco.
Io sono molto perplesso perchè l'enterococco è resistente ad avalox e perchè l'ureplasma lo aveva solo la mia compagna e comunque abbiamo fatto 3 mesi di bassardo e zitromax.
non so più cosa pensare ma voglio far tornare normale il mio spermiogramma e guarire da questo enterococco fecalis!
Vi prego di darmi indicazioni terapeutiche perchè non ne posso più e credo che il mio andrologo di fiducia non abbia capito nulla e sisia intestardito su l'ureaplasma che non risulta da nessuna parte!
Grazie mille
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

come avrà ben letto, prima di formulare su questo sito le sue domande, le linee guida di Medicitalia non permettono, da questa postazione, di darle alcuna indicazione terapeutica mirata e specifica.

Oltre a questo poi, mio consiglio, diffidi dal medico facile che, senza ben conoscere ed avere visto in diretta il suo specifico eparticolare quadro clinico, le prescriva una qualsiasi terapia.

Cordiali saluti.
[#17] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno,
su consiglio dell'urologo sto ultimando terapia con AVALOX (MOXIFLOXACINA) per debellare l'uraplasma (che però non è mai emerso da esami culturali ma dedotto dal PH e viscosità dello sperma alterati).
Per l'enterocco feacalis mi è stato detto che posso prendere Tachipirina 1000 per 4/5 giorni. Potrebbe essere sufficiente per debellarlo?
Inoltre accuso un leggero fastidio al testicolo destro, potrebbe essere causato dall'enterococco? Preciso che soffro anche di colon irritabile e sono molto stressato e non vorrei che il dolore provenisse dal colon appunto e avessi l'impressione di fastidio al testicolo.
Sarei grato se qualcuno rispondesse alle mie domande perchè questa cosa mi sta facendo impazzire.

Grazie mille
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

le ipotesi di causa da lei sollevate ed accennate possono essere anche condivise ma, per le indicazioni terapeutiche, le ripetiamo, che bisogna sentire in diretta sempre il suo urologo.

Cordiali saluti.
[#19] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera, oggi ho ripetuto lo spermiogramma dopo terapia con avalox (9 gg) dopo 10 giorni di pausa.
Di seguito il risultato:

Volume: 3,7
colore: BIANCASTRO
aspetto: TORBIDO
liquefazione a 30': DISOMOGENEA
viscosità: LEGGERMENTE AUMENTATA
PH: 8,4

Concentrazione spermatozoi: 60 milioni/ml
Concentrazione eiuaculato: 222 mln

a) motilità progressiva veloce: 30%
b) motilità progressiva lenta: 10%
c) motilità non progressiva: 4%
d) Immobili: 56%

Leucociti: ALCUNI
Cellule Spermatogeniche: PRESENTI
Cellule Epiteliali: RARE
Emazie: RARE
Agglutinati: DIVERSI
Cristalli: ALCUNI

Mar-Test (antic. anti-spermatozoi IgG): NEGATIVI

Forme tipiche: 12%
Anomalie della testa: 36%
Anomalie collo/tratto intermedio: 3%
Anomalie Coda: 14%
Forme Amorfe: 35%
Forme Immature: 0,30 MILIONI/ml


Ora i miei dubbi sono:
La viscosita è migliorata diventando solo leggermente aumentata ma la liquefazione è diventata DISOMOGENEA e ci sono alcuni CRISTALLI e diversi AGGLUTINATI mentre il numero degli spermatozoi è aumentato come la motilità e le forme tipiche.
Cosa possono evidenziare la disomogenea fluidificazione e i cristalli? Il ph invece non migliora, perché?
Inoltre vorrei sapere come valutate quest'ultimo esame? Posso essere fertile con questi numeri anche se ci fosse un'infiammazione?
Grazie 1000
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da quello che ci scrive possiamo rispondere solo alla sua ultima complessa questione che ci pone, dicendole che, visti i numeri che ci invia, lei può essere fertile.

A tutte le altre questioni invece non le possiamo dare alcuna risposta seria e corretta senza poter conoscere in diretta la sua reale e completa situazione clinica.

Cordiali saluti.
[#21] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Ma i cristalli e la liquefazione disomogenea possono essere dipesi da??
Possono essere sintomi di???
Grazie
[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

certo, i parametri del liquido seminale da lei postati potrebbero indicarci semplicemente un problema infiammatorio delle vie seminali non ancora completamente risolto.

Ancora cordiali saluti.

[#23] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno,
mi è stato consigliato di prendere il D-Mannosio per ridurre la possibile infiammazione da enterococcus faecalis.
Lei ritiene valido questo integratore e privo di controindicazioni?
Potrebbe risolvere o ntribuire alla risoluzione dei problemi legati alla viscosità ed al PH?
Grazie mille
[#24] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sul D-mannosio confermo che questo è uno zucchero semplice che viene riassorbito otto volte più lentamente del normale glucosio (lo zucchero che generalmente usiamo in cucina).

Una volta assorbito, questo non viene metabolizzato subito ma una buona parte, attraverso il sangue, è filtrato dai reni e poi espulso nelle vie urinarie.

Lì sembra possedere la proprietà di "attaccarsi" ai batteri ed infatti in presenza di D-mannosio i batteri, soprattutto l' Escherichia Coli, sembrano preferirlo ed insieme formano un’entità che viene eliminata più facilmente durante la minzione.

Le basi che giustificano l'azione di questo zucchero sono sostanzialmente queste.

Il D-mannosio esiste poi in commercio come estratto da legno di larice fermentato e la forma di somministrazione più usuale è una polvere a 50 g per dose. Dopo averlo preso si consiglia di aspettare circa un’ora e poi bisogna berci sopra molta acqua per "lavare" la vescica.

Il D-mannosio è indicato soprattutto come terapia di lungo termine e il miglioramento della situazione clinica, quando si presenta, è più significativo dopo circa tre mesi di terapia continuata.

La dose da prendere deve comunque essere sempre aggiustata secondo l’età e la situazione clinica generale del paziente quindi attenzione ai diabetici dove si raccomanda di controllare regolarmente ed attentamente la glicemia.

Detto questo infine si ricordi sempre, come regola generale, prima di iniziare qualsiasi strategia terapeutica, di consultare il suo medico di medicina generale e poi a ruota il suo urologo.

Un cordiale saluto.
[#25] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno,
ho cambiato UROLOGO/ANDROLOGO, sottoponendogli la mia situazione.
Secondo lui è tutto nella norma e non ho alcuna infezione ma la mia sindrome del colon irritabile potrrebbe aver "contagiato" la prostata essendo adiacendti e aver causato il passaggio di alcuni batteri e causando un'infiammazione che avrebbe come conseguenza l'aumento del PH e della viscosità.
Mi ha consigliato, dunque, di sospendere tutte le terapie antibiotiche e di prendere per 30 gg 1 cps/die di PERMIXON e di ripetere l'esame ma che nel frattempo posso ricominciare ad avere rapporti scoperti perchè ritiene il mio seme fecondo.
In aggiunta mi ha detto che "male non fa" se prendo anche D-Mannosio insieme a probiotici (NANTURAFLORA PLUS).
La mia domanda è: questa strategia è condivisibile? Può effettivamente questo farmaco (è un farmaco vero?) ripristinare i corretti valori di PH e viscosità?
può effettivamente questo PERMIXON migliorare la qualità del seme intesa come PH e viscosità?
Grazie 1000
[#26] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

a tutti i suoi quesiti le si può rispondere con un sintetico sì.

Ancora cordiali saluti.
[#27] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno,
Avrei una domanda:
Riporto i valori di analisi sangue:

PSA Totale 0,35 ng/ml Fino a 4,00
PSA Free. 0,12 ng/ml
Rapporto PSA free/PSA Tot. 0,34 >0,15

Con questi valori ed esplorazione rettale ok si può escludere una prostatite?
Inoltre da quando prendo PERMIXON ho un getto delle urine poderoso (non che prima lo avessi debole ma ora è più forte) e urino più spesso, è normale?

Grazie 1000
[#28] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

purtroppo questa diagnosi definitiva di esclusione di una patologia a livello della ghiandola prostatica, solo il suo urologo, quello vero, la può fare.

Io, da questo postazione, posso solo dirle che i valori del suo PSA sono nella norma e tranquillizzanti.

Cordiali saluti.
[#29] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille dottore!
[#30] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
.
Buongiorno, vorrei un parere sullo spermiogramma ripetuto oggi dopo più di un mese da terapia con avalox.
Tutto sembra risolto ph a parte che rimane elevato, come mai? Puo essere un ostacolo al concepimento un ph 8,4???
Per il resto come vi sembra questo esame? Male, nella norma oppure molto bene?
Grazie mille!


Volume: 3,5
colore: BIANCASTRO
aspetto: TORBIDO
liquefazione a 30': COMPLETA
viscosità: NORMALE
PH: 8,4

Concentrazione spermatozoi: 52 milioni/ml
Concentrazione eiuaculato: 187 mln

a) motilità progressiva veloce: 40%
b) motilità progressiva lenta: 8%
c) motilità non progressiva: 4%
d) Immobili: 48%

Leucociti: ALCUNI
Cellule Spermatogeniche: PRESENTI
Cellule Epiteliali: RARE
Emazie: ASSENTI
Agglutinati: ASSENTI
Cristalli: ASSENTI

Mar-Test (antic. anti-spermatozoi IgG): NEGATIVI

Forme tipiche: 14%
Anomalie della testa: 42%
Anomalie collo/tratto intermedio: 3%
Anomalie Coda: 3%
Forme Amorfe: 40%
Forme Immature: 0,20 MILIONI/ml
[#31] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se fatto secondo i parametri dettati dall'OMS l'esame si può considerare nella norma escludendo il pH che, dopo un probabile problema infiammatorio, richiede di solito alcuni mesi per risistemarsi ma questo isolato non è un dato significativo.

Un cordiale saluto.
[#32] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
È stato fatto sempre nel medesimo laboratorio dove ho fatto i precedenti con criterio WHO 2010.
Va bene?
[#33] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene!
[#34] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
gentile dottore,
l'esame colturale ha evidenziato la presenza di enteroccus faecalis (10000 prima avevo come carica 100000).
Può essere quella la causa del ph aumentato?
può essere un ostacolo per il concepimento?
Il mio andrologo dice che non vale neanche la pena di curarlo, sparirà da solo.
lei cosa ne pensa?
Grazie mille
[#35] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Dia retta al suo andrologo; la carica batterica indicata non è significativa per una infezione delle vie uro-seminali.

Ancora un cordiale saluto.
[#36] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno,
chiedo un parere, in quetso caso riferito alla mia compagna.
Al 21esimo giorno post metstruazioni ha i seguienti valori:

Prolattina 20,6 ng/ml

rif
premenopausa 3,34 -26,72

Progesterone >40 ng/ml

rif
metà fase lutea 5,16 -18,56
I trimestre gravidanza 4,73 -50,74

Inoltre è sempre molto stanca e assonnata.

Potrebbe essere incinta? Il progesterone può essere una spia della gravidanza o è un problema?


Grazie mille
[#37] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

il progesterone ci dice solo che lei ha ovulato ma non ci indicata se lei è gravida.

Senta ora comunque, per avere altre informazioni più mirate, anche la sua o il suo ginecologo.

Cordiali saluti.
[#38] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Salve dottore,
ho ripetuto lo spermiogramma per vedere se l'enterococcus faecalis era sparito ed è arrivata una pessima sorpresa:
Sono risultato positivo a CHLAMYDIA. In passato la mia compagna ha avuto Ureaplasma (io no) e abbiamo fatto 3 mesi di terapia con BASSADO dopo di che io sono guarita e a mio marito invece era uscito fuori enterococco faecalis per cui ha fatto di nuo terapia di sei gg con AMPLITAL.
Ora invece esce fuori la chlamydia…ma come è possibile??? Potevo averla prima e non essere mai stata rilevata? E’ una cosa grave?
Che terapia consiglierebbe lei?
Sono distrutto!
Le riporto i valori dello spermiogramma che ho ripetuto in un laboratorio diverso dai precedenti.
Volume 4,2
Ph. 7,5
Aspetto. OPALINO
Fluidificazione COMPLETA
Viscosità NELLA NORMA

nr. Spermatozoi 127,5 x10^6ml

Tot eiaculato. 535,5 x10^6ml

MOTILITÀ DOPO 1 H

Rapidamente progressivi. 39%

Debolmente progressivi. 36%

Progressivi tot. 75%

Mobili in situ. 13%

Immobili. 12%

MOTILITÀ DOPO 2 H

Rapidamente progressivi. 34%

Debolmente progressivi. 35%

Mobili in situ. 15%

Immobili. 16%

Forme normali. 49%

Anomalie testa. 36%

Anomalie coda. 10%

Amorfi. 5%

Leucociti. RARI

Eritrociti. ASSENTI

COMMENTI:
Nessun reperto patologico all’esame microscopico;
Corpuscoli prostatici assenti, cristalli assenti, cellule rotonde fisiologicamente rappresentate.
Vitalità > 80%
[#39] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettrice,

purtroppo l'ultimo esame fatto da suo marito (che per altro sembra normale, anzi troppo normale), dalla morfologia segnalata, non sembra seguire le indicazioni date nel 2010 dall'OMS.

Risenta ora il suo andrologo e poi ci riaggiorni.

cordiali saluti.
[#40] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Scusi dottore ma cosa cambierebbe il criterio con cuii è stato fatto l'esame?
E' stato fato con criterio WHO 1999.
Potrebbero essere diversi i parametri della morfologia ma la clamydia c'è lo stesso.
Lei cosa consiglierebbe, oltre a risentire l'andrologo che ho già fatto.
[#41] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

il fatto che il laboratorio non è aggiornato ci lancia alcuni dubbi anche su un colturale positivo alla Chlamydia con uno spermiogramma che sembra apparentemente nella norma, anche secondo i parametri 1999 OMS.

Comunque ora risenta sempre il suo andrologo è lui che, avendo valutata in diretta la sua reale situazione, le può indicare a questo punto le strategie diagnostiche ma soprattutto quelle terapeutiche.

Un cordiale saluto.