Utente 298XXX
Gentili dottori,

volevo conoscere quale secondo voi è la terapia piu efficace (proviron,danazolo,stanazolo) a livello molto generale per il seguente caso:

paziente 40 anni lamenta scarsa libido
valori shbg superiori al range di riferimento 80 (10-57)
testosterone totale e estradiolo alti ma nei range
prolattina, valori tiroidei e tutti i normali valori ematici (glicemia,emocromo..) nella norma
il paziente non ha mai assunto alcun farmaco , ne ha mai sofferto di alcuna patologia particolare,peso normale buona salute generale

chiaramente questo non vuole essere in alcun modo una terapia in quanto come avete piu volte sottolineato è necessario il contatto diretto col paziente ma è solo una informazione di carattere molto generale

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
prima di una prescrizione o un consiglio terapeutico è necessario conoscere nel dettaglio la storia clinica del paziente per verificare soprattutto se esiste una reale indicazione alla prescrizione di questa tipologia di farmaci.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

qui le ricordiamo che gli androgeni, quindi anche il testosterone, sono trasportati nel nostro organismo attraverso il lavoro della proteina, da lei indicata, cioè la SHBG (Sex Hormone Binding Protein) che li veicola in forma inattivata.

Gli androgeni possono "lavorare" solo quando si sganciano da questa proteina e si muovono così in forma libera, in modo da poter incontrare e poi legarsi ai recettori per gli androgeni, e quindi lavorare.

I livelli della SHBG, proteina prodotta dal fegato, possono oscillare per molti fattori, ad esempio i cibi che di solito consumiamo.

In estrema sintesi se aumenta la produzione dell' SHBG, diminuiscono generalmente i livelli di ormoni maschili liberi, cioè quelli pronti ad agire.

In presenza di testosteronemia ed estradiolemia alta si discute molto su quali farmaci usare e qui il nostro intervento si ferma ed in questi casi, per avere un consiglio corretto la si rimanda all'esperienza clinica di un bravo andrologo con chiare competenze endocrinologiche.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Grazie ad entrambi delle risposte,

ma per mia istruzione a cosa serve esattamente SHBG ?

ho cercato di informarmi ma sono confuso:

sul web alcuni endocrinologi sostengono che allunghi la emovita del testosterone
altri che sia semplicemente uno strumento di trasporto
alcuni addirittura mettono in dubbio la “free hormone hypothesis” in quanto sono stati trovati dei recettori per SHBG/T (the existence of specific binding sites for SHBG at the cell membrane of steroid-responsive tissues has been shown (38), challenging the dogma that SHBG merely acts as a carrier protein..)


inoltre secondo la vostra esperienza l’SHBG è sempre indirettamente proporzionale al testosterone libero in quanto ho trovato discussi i seguenti studi (credo siano peer reviewed) che non indicano una stretta e indiretta proporzionalità (almeno nei soggetti sani)

Serum levels of sex hormone-binding globulin (SHBG) are not associated with lower levels of non-SHBG-bound testosterone in male newborns and healthy adult men.
Authors
de Ronde W, van der Schouw YT, Pierik FH, et al.

Institution
Department of Internal Medicine, Erasmus Medical Center, 3000 DR Rotterdam, the Netherlands.
Source
Clin Endocrinol (Oxf) 2005 Apr; 62(4) :498-503.


Grazie
[#4] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
leggere la letteratura medica ad un non addetto ai lavori serve solo a confondere le idee ed è vivamente sconsigliato, in quanto la giusta interpretazione di quanto affermato prevede un background culturale medico importante per una corretta chiave di lettura. Cosa differente è se l'interlocutore ha un back ground culturale specificatamente endocrinologico allora ci si può confrontare sulle ipotesi mediche aprendo un forum nell'area apposita. E' ovvio che è necessario saperlo a priori.