Utente 298XXX
da circa 3 anni soffro di prostatite cronica.
con sintomi che vanno e vengono,
per migliorare l'erezione l andrologo mi ha dato una cura di cialis 5 mg per 3 mesi, ed ho visto che le erezioni sono tornate normali.
volevo sapere se la prostatite può a lungo andare creare delle lesioni al sistema veno occlusivo? e in caso positivo se ci sono delle terapie da fare

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

a questo proposito le invio questi link da leggere:

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/2552/Erezione-difficile-e-problemi-alla-prostata

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/2382/Prostata-ed-erezione-quale-legame

Sulle terapie possibili invece solo il suo andrologo di fiducia, dopo aver ben capito il suo reale problema clinico, potrà indicarle la migliore soluzione da seguire.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Spett. Dr beretta , può una prostatite produrre citochine che a loro volta possono lesionare il sistema veno occlusivo ? Le faccio questa domanda in quanto questa teoria l ho trovata su internet ma non si se è' veritiera .
[#3] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Possono le citochine prodotte dalla prostatite fare un danno al sistema veno occlusivo ? O creare solo deficit erettile ?
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non si perda in ipotesi di cause complesse ed ancora tutte da verificare e che difficilmente, da questa postazione, possiamo confermarle.

Ancora cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Le incollò l articolo che dice che la prostatite può fare questo, lei cosa ne pensa ?:causa di questa comparsa sarebbe il prodursi di una cosiddetta sindrome veno-occlusiva causata da un danno alle valvole venose della continenza, da accumulo di sostanze infiammatorie (Citochine). È possibile?
Spero in una sua risposta
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le ripeto ancora una volta: "non si perda in ipotesi di cause complesse ed ancora tutte da verificare e che difficilmente, da questa postazione, possiamo tra l'altro confermarle.

Ancora cordiali saluti.