Utente 279XXX
Che io sappia l'ipoacusia neurosensoriale a volte
resta stabile, a volte evolve inesorabilmente.
Ciò premesso vorrei chiedervi : in che percentuale l'ipoacusia rimane stabile?
Esiste una statistica, una indagine in tal senso ?
E ancora, visto che siamo in tema di statistiche: su dieci persone che ricorrono alla
protesizzazione quante si adattano e quante, invece, rifiutano la protesi ?
Chissà quanti pazienti si sotto sottoposti alle vostre cure per cui, anche
in assenza di indagini in tal senso, sono sicuro che supplirà la vostra esperienza
professionale. Vi ringrazio molto.Vittorio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
283864

Cancellato nel 2015
Gentile Utente,
innanzitutto "ipoacusia neurosensoriale" è un termine generico, che descrive un'intera categoria di disturbi dell'udito, quindi dire che:
"a volte resta stabile, a volte evolve inesorabilmente" è davvero lasciare aperta ogni possibilità, appunto, proprio perchè a domande generiche vanno date risposte generiche.
Per la protesizzazione poi, si va davvero sul soggettivo, nell'ambito dello stesso tipo e grado di ipoacusia.

A questo punto sono io che chiedo a Lei di darci qualche informazione in più, perchè così, parlare di statistiche è davvero impossibile!

Rimango a sua disposizione e aspetto sue notizie,
cordialmente