Utente 668XXX
buonasera..avrei bisogno di un consulto in quanto il 17 aprile sono stato sottoposta ad intervento di orchidopessi bilaterale allospedale di perugia.Io sono residente a Vibo Valentia ed in ospedale non c'è l'andrologo. La domanda è questa:" i punti di sutura applicati allo scroto dopo quanto tempo dovrebbero staccarsi? siccome sono annodati per bene ma abbastanza larghi ormai conviene tagliare il nodo e lasciare il filo o andare in ospedale per farli rimuovere? visto che sono ormai 20 giorni che li ho.. grazie tante per la risposta

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,per quanto riguarda l'aspetto post-operatorio,l'Ospedale di Vibo Valentia é perfettamente in grado fi risolvere il problema.Ritengo,piuttosto,molto più interessante tornare sull'orchidopessi (se tale é stata a 34 anni....),che meriterebbe dei controlli periodici atti a scongiurare potenziali complicazioni future.Anche per questo secondo aspetto può rivolgersi in ospedale ove é presente un presidio uro-andrologico.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 668XXX

Iscritto dal 2008
gentilissimo dott. Izzo, innanzi tutto grazie per la risposta, ma adesso il problema è un altro...oggi ho fatto un pò di sforzo e adesso ho dei dolori forti che partono dal testicolo sinistro risalgono per l'inguine e si ripercuotono nella zona del rene.
Potrebbe essere questa una complicanza post operatoria o una recidiva (anche se ho letto che è una cosa improbabile). Comunque giusto per informazione dovevo essere operato al destro e poi hanno deciso di fissarli tutti e due.C'è da dire che il dolore è più accentuato nella zona lombare ed al testicolo al tatto sento un senso di fastidio come se fosse costretto...
La mia domanda è questa..basta prendere un antidolorifico o conviene andare in ospedale? Le ricordo che sono stato operato in una città diversa e che dove vivo non c'è il reparto urologico. Grazie ancora per la cortese attenzione e resto in attesa di una risposta.
distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...qualsiesi chirurgo é in grado di rispondere ai Suoi quesiti.Non potendola visitare non posso andare oltre.Cordialità.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

come le dice il dottor Izzo, si tratta di rivolgersi ad uno specialista urologo o chirugo che, anche se non ha partecipato all'intervento chirurgico, può trarre le corrette deduzioni da una visita diretta ai suoi testicoli e consigliarle l'atteggiamento medico più corretto
Cari saluti
[#5] dopo  
Utente 668XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimi come sempre e velocissimi nel dare le risposte...
grazie per i consigli. Faccio il sommozzatore ed oggi ho dovuto preparare alcune attrezzature ma domani andrò in ospedale anche perchè i punti danno molto fastidio (praticamente il filo ai lati del nodo e come se sfregasse la pelle con conseguente arrossamento della pelle stessa) e giustamente via internet potete darmi solo consigli. Comunque sia si denota molta preparazione e professionalità.
Un'ultimo quesito:il problema dei testicoli può essere accentuato dal fatto che uso continuamente la muta e sto sempre in acqua anche in inverno?... altra cosa strana è che essendo un problema congenito come mai neanche al militare non se ne sono accorti visto che facevo parte del battaglione San Marco?
complimenti ancora e cordiali saluti........Andrea