Utente 298XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 22 anni, è da qualche settimana che sto provando difficoltà ad urinare, mi viene lo stimolo ma anche sforzandomi, spesso non riesco. Correlato a questo problema ho notato la mancanza di erezioni mattutine che fino ad un mese fa circa erano standard, neanche durante la giornata mi capita più di avere erezioni come prima, riesco a raggiungere un erezione solo dopo una lunga stimolazione, e soprattutto da solo, visto che ultimamente ho avuto anche un problema di questo tipo con una ragazza (non è stata l'unica volta).
Ero certo della natura psicologica del problema, ma quando ho notato la difficoltà ad urinare e la mancanza di erezioni mattutine ho iniziato a preoccuparmi, posso aggiungere che sto seguendo una dieta ricca di proteine, ed è un periodo che sto facendo molta più attività fisica, queste le uniche cose diverse rispetto alla normalità, sono un fumatore da 15 sigarette al giorno, oggi ho deciso di smettere e di fare qualcosa per questo problema, oltre a questo ho intenzione di andare da un Andrologo ma visto che è possibile volevo anche avere qualche indicazione da voi.
Dimenticavo c'è molta differenza tra le mie erezioni, poche volte mi capita di essere al 100% l'ultima volta è stata un mese fa ed è stata un erezione che mi ha sorpreso (viste le dimensioni superiori alla mia media) durata circa 30 min con il pene ad uno stato di erezione molto molto forte, non sò se ci possano essere collegamenti comunque lascio a voi la risposta, spero vivamente di riuscire a risolvere il problema e di riuscire ad affrontarlo serenamente, anche se alla mia età non è facile accettare alcuni problemi, attendendo un vostro riscontro Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le difficoltà erettili e urinarie possono essere correlate fra loro (ansia o infiammazione prostaica) oppure no: e qui ci sono una trentina di ipotesi, per cui evito di farle tutte. Smetta di fumare e comunque alla sua età è facile sistemare le cose con l' aiuto di bravo collega.
[#2] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio tanto per la risposta, e non solo per quella che ha dato a me, approvo molto il suo impegno on line e di tutta la community. Detto ciò, sono intenzionato a smettere di fumare, spero solo di vedere miglioramenti in un tempo ragionevole per aiutarmi a continuare così, ora cercherò un buon andrologo nella mia zona anche per fare qualche controllo basilare! Spero solo di trovare qualcuno che sappia fare il suo mestiere, se qualcuno ha suggerimenti in proposito dica pure mi farà un gran piacere! (sono in provincia di Cosenza)
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Consulti indirizzario di Società Italòiana di andrologia.