Utente 233XXX
Gentili dottori,
sono un ragazzo di 22 anni peso 63 kg e sono alto 1.75cm. Soffro di ansia da circa un anno dove da maggio l'anno scorso ho cominciato a sentie strane sensazioni al petto e al cuore. Nell'arco di tempo tra luglio e dicembre ho fatto 4 ecg, 3 eco, due prove da sforzo, un holter e vari esami del sangue. Tutto nella norma tranne una lieve insufficenze mitralica e un blocco di branca destra. Dal hoter 48 ore risultarono 80 battiti irregolari di cui la metà causate da extrasitloli. Il cardiologo mi tranqulizzo e disse che non erano gravi ed inoltre erano poche. Nelle due prove da sforzo non riusultò mai niente se non un lento recupero. Il medici lo attribuirono a scarso allenamento 'mischato' ad ansia. Ora negli ultimi mesi sono stati duri perchè mia madre è morto dopo una lunga malattia. Ho cominciato a fare sport facendo un pò di nuoto. Ultimamente ho trovato anche il coraggio di fare qualche corsetta. Va tutto bene ma quando finisco di correre dopo qualche minuto il battito sembra alzarsi e quando lo sento oscilla tra i 90-100. Ciò mi preocuppa molto. Il medico di base dice che si tratta di ansia perchè ci penso ed inoltre perchè non sono ancora allenato. Inoltre sento ogni tanto ancora extrasistole durante la fase di recupero. Non sono molte ma ho sempre paura che mi venga un infarto o un aritmia. Voi cosa dite? Posso stare tranquillo o devo ripetere altre visite? La pressione si aggira sui 125/65.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il suo medico ha ragione. Può stare tranquillo, ma se non ci riesce da solo, forse è il caso che lei si rivolga ad uno psicologo.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore. Seguirò i suoi consigli.