Utente 178XXX
Salve come da oggetto questa è la diagnosi della mia problematica , da molti anni ci convivo. La cura a me assegnata è credo, quella comune per questi casi: Nasonex due spruzzi la sera,due spruzzi Narivent, Montagen la sera, Seretide mattina e sera.
Quando non bastano intervengo con il cortisone Medrol, ultimamente le riacutizzazioni sono diventate più frequenti e di conseguenza anche l'uso del medrol. Vorrei appunto avere dei consigli per magari cercare di non usare molto il cortisone, magari qualche altro farmaco che abbia la stessa funzione del cortisone ma non sia alla lunga dannoso come lo stesso.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
La terapia che esegue è corretta, in fase di riacutizzazione potrebbe raddopiare le dosi degli steroidi inalatori. E' inutile pensare che farmaci non cortisonici possano darle sollievo nelle riacutizzazioni, quindi prima di assumere il medrol raddoppiare il nasonex, e se broncospasmi usare un broncodilatatore come il salbutamolo in aggiunta, non in sostituzione, al Seretide, va bene anche il montegen, e anche se solo un dispositivo medico e non un farmaco anche il narivent è utile in quanto ha un'azione antiedemigena