Utente 273XXX
Salve sono allergico alla polvere +++; betulla +++ e alla parietaria ++++ .
La frutta secca, in particolare nocciole e noci mi determinano una cross-reattività con uno
degli allergeni di cui sopra.
Mentre le nocciole mi fanno venire anche bolle sul corpo ( in particolere orecchie) oltre a rossore sulla bocca e lingua - e quindi evito di mangiarle, facendo attenzione
anche ai dolci che scelgo che siano privi di tale alimento- ; le noci mi "gonfiano" solo le labbra e mi pizzicano un pò la gola, determinando minore allergia. Volevo sapere esiste un modo per neutralizzare l'allergene che determina questo effetto? ( ad es. se l'allergene fosse termolabile, tostando le noci opp se è presente solo nelle noci fresche o nella buccia ecc...). Vi ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gli alimenti sono un insieme di molecole allergeniche. Alcune come ha ipotizzato Lei sono termolabili e gastrolabili, per cui possono essere assunte senza rischiare di avere reazioni anafilattiche, ma solo locali al cavo orale, si chiamano sindromi orali allergiche, come Le è capitato . Per verificare queste possibilità bisogna ricorrere ad un esame molecolare che si chiama ISAC. Potrei anche dirle che certamente essendo Lei allergico alla Betulla molto probabilmete è allergico, per quanto riguarda le nocciole a delle proteine che si chiamano Pr 10, e profilline, entrambe termo-gastrolabili, che sono presenti nel polline della betulla. Si chiamano infatti allergie crociate pollini-alimenti, e si è sensibilizzato probabilmente per via inalatoria (inalando il polline della betulla), se la sua allergia è comparsa da adulto.La noce ha anch'essa una profillina, proteina gastrotermolabile. Il problema è quindi vedere con l'esame molecolare se sono presenti le proteine "cattive" LTP, proteine di deposito che controindicano l'assunzione di questi alimenti, in quanto possono dare delle reazioni gravi.