Utente 298XXX
Ho 49 anni e'' sono soggetto con sindrome di brugada tipo II,positivita'' al test con ajmalina,e successiva valutazione aritmologica con indicazione a sef negativo per induzione di tachichardie ventricolari.la sindrome si e'' manifestata con una sincope 6 mesi fa. prima di allora prendevo cialis da 10, 1 volta a settimana circa da quando mi e'' stata digniosticata la sindrome ho cessato di prender il cialis(prescritto un anno prima da un medico urologo x il mio problema sopra)adesso fisicamente sto'' bene,non ho mai avuto piu'' problemi,ma ho sempre l''erezione molle e difficoltosa,la mia domanda e'' visto che andavo bene prendendo cialis,posso continuare(magari prendendo solo meta'' pastiglia),oppure con il brugada e'' meglio lasciare stare?puo'' essere stato il farmaco a crearmi la sincope?grazie della consulenza

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Gentile Utente
non esistono al momento sicure segnalazioni di una controindicazione dell'utilizzo di questi farmaci nella Sindrome di Brugada.
Il problema è che sono farmaci vasodilatatori e se lei dovesse avere un problema legato alla vasodilatazione tale da indurre uno svenimento, la valutazione di questo evento nel contesto della sua Sindrome diventerebbe difficoltosa e potrebbe comportare provvedimenti non appropriati. In attesa di studi dedicati che chiariscano la compatibilita' di questo farmaco con la Sindorme di Brugada le consiglio di non assumerlo. Meglio non aggiungere incognite ad una sindrome che di incognite ne presenta gia tante
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
grazie dr. per la risposta.penso anche io sia la soluzione piu' appropriata