Utente 151XXX
Buonasera a tutti i medici volevo chiedere un parere a riguardo di una terapia che sto facendo da circa tre anni con atenololo 50mg al giorno per delle extrasistoli ventricolari monomorfe e isolate che si presentavano durante lo sforzo, in questo arco di tempo si sono molto ridotte le aritmie e sotto sforzo sembrano sparite,tra poco farò un'altra visita e il mio cardiologo deciderà se sospendere o diminuire il farmaco; volevo sapere se é possibile che sospendendo il farmaco le aritmie si ripresentino come prima oppure no,all'inizio mi venivano anche a cadenza bigemina ma adesso mi sembrano molto diminuite ma mi rimane quell'interrogativo. Vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Purtroppo la sfera di cristallo non fa ancora parte degli strumenti del medico!
Lei è già seguito da un cardiologo che -saggiamente, considerata la sua giovane età- ha già preventivato di fare un tentativo di riduzione e magari sospensione della terapia. Le extrasistoli possono variare nel tempo, anche in relazione a situazioni di stress o ad altre variazioni delle condizioni generali, o anche a altre condizioni che spesso ci sfuggono.
Visto che immagino sia stata già esclusa una cardiopatia organica, è ragionevole provare a sospendere la terapia antiaritmica e ripetere poi Holter e/o test da sforzo. Se risultasse che non ci sono più tante extrasistoli, sarebbe libero dalla pastiglia. Se invece le extrasistoli ricomparissero, può sempre riprenderla.
[#2] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Si si non ho patologie... vedremo in futuro,intanto la ringrazio per l'ascolto.