Utente 250XXX
Salve sono Alessio ho 28 anni,meno di un anno fà mi sono accorto che il pene accusava un curvatura più accentuata del normale verso sinistra e una rigidità ed erezione diminuita rispetto a prima. Dopo l’orgasmo il pene in fase rilassata restava molto gonfio rispetto e ho notato un aumento di pelle in circonferenza, il medico ha escluso la malattie di Peyronie,contemporaneamente a causa di dolori tra l'ano e i testicoli sorge una prostatite confermata poi dal medico e curata con antibiotici (Bassado).
Il medico che mi ha seguito dopo aver curato la prostatite e riscontrato anche un varicocele SX leggero di primo grado ,dopo avergli riferito i difetti del pene (sopra indicati )mi fa eseguire una ecografia peniena basale e un ecocolordoppler penieno dinamico.

“Ecografia Peniena Basale18/11/2012
In condizioni basali ecogenicità dei corpi cavernosi nella norma nelle scansione longitudinali e trasversali.
Corpo spongioso nella norma. Non calcificazioni e fibrosi.L’esame ecocolordoppler basale non ha evidenziato alterazioni dei corpi cavernosi,né della albuginea che presente uno spessore medio di mm 0.7.
I profili velocitometrici esaminati in corrispondenza delle Arterie Dorsali e Cavernose sono risultati nei limiti della norma con valori medi della VPS 15 cm/s.

Ecocolordoppler penieno dinamico
Dopo farmacoinfusione intracavernosa di alprostadil 5 mcg si è ottenuta una rapida caduta delle resistenze periferiche con il raggiungimento di una erezione fIC2(quasi completa). L’analisi spettrale mostra valori di picco sistolico perfettamente nella norma per la dose iniettata, con persistenza di fase distolica durante l’esame .L’analisi morfoologica dell’onda sfigmica metteva in evidenza un onda stretta, con ascesa rapida, indicativa di una buona elasticità vascolare.Normale dilatazione dei sinusoidi con valori di picco del flusso sistolico nella norma per l’età.
Dopo 5 minuti A.Cav dx: Vps 32.54cm/s
Dopo 5 minuti A.Cav sin: Vps 35 cm/s
Dopo 10 minuti A.Cav dx:Vps 40.66cm/s
Dopo 10 minuti A.Cav sin:Vps 45.1 cm/s
Dopo 15 minuti A.Cav dx: Vps 51cm/s
Dopo 15 minuti A.Cav Sin: Vps 55 cm/s
Dopo 20 minuti A.Cav dx:Vps 58.84 cm/s
Dopo 20 minuti A.Cav sin:vps 66 cm/s

La fase di dilatazione e di incremento dell’ inflow arterioso si è presentato regolare, con normale incremento del diametro delle A.Cavernose e regolare emergenza delle arteriole elicine;nella fase tardiva la Vps ha raggiunto 66cm/s IR:0,73.
Alla radice del pene si sono evidenziate attività venose evidenti al Colordoppler durante le fasi respiratorie e maggiormente durante la manovra di Valsala.
Conclusioni
I dati emersi dagli esami effettuati depongono per un funzionamento nei limiti della norma in relazione all’età del distretto arterioso penieno;si sono invece evidenziate lievi anomalie Veno Occlusivo cavernoso.
Microcalcificazioni con lieve fibrosi dei corpi cavernosi di destra.”

Nessuna cura prescritta, a volte perdo l'erezione recuperandola raramente.
Attendo una cordiale riposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che,alla luce delle conclusioni diagnostiche dell'ecodoppler,deba continuare a seguire le indicazioni forniteLe dallo specialista reale di riferimento ed allontanare eventuali fantasie maturate autonomamente sul web (IPP).La prostatite,se ben curata,non giuoca alcun ruolo nella disfunzione erettile,peraltro di entità minima.Ha mai eseguito uno spermiogramma?Riesce ad avere una buona evaginazione del prepuzio sul glande?Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Salve, grazie per la risposta tempestiva.
Sicuramente il web aiuta, ma a volte puo' suscitare problematiche inesistenti , cercherò di usarlo con parsimonia.
Lo spermiogramma lo faro' a breve, per quanto riguarda l'evaginazione è buona.
Ho dimenticato solo di dire che alcune vene che corrono lungo l'asta del pene,sono dilatate e restano quasi sempre gonfie, confermata la dilatazione dal medico. visto che non lho mai avute così,mi preoccupo.
Inoltre in fase di erezione nella parte destra della base del pene ho notato un gonfiore molto pronunciato, che poi scompare quando è in erezione completa, facendo figurare la curvatura a sinistra. Volevo chiederle se potrà esserci un peggioramento della fuga venosa conseguente alla disfunzione erettile piu grave?

Grazie Dottore del tempo a disposizione

Cordilità
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...le vene in oggetto non partecipano al meccanismo erettile,bensì nutrono i tessuti superficiali.La fuga venosa,in un giovane di 29 anni,in assenza di traumi o malattie sistemiche (diabete,ipertensione ec.),è un evento eccezionale.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore, infatti non ho nessun trauma o malattie sopra citate, il mio medico mi ha detto di non preoccuparmi pero io continuo a perdere l'erezione e riacquistarla a volte dopo un po e mi sono accorto anche che il gonfiore a destra durante l'erezione è aumentato...non posso far nientaltro secondo lei?

Grazie ancora anticipatamente