Utente 178XXX
Gentili medici vi chiedo un parere per mia sorella di 26 anni che lavora come infermiera in un pronto soccorso.Qualche giorno fa mentre apriva il tappino della flebo nel braccio di una paziente anziana affetta da epatite c le è schizzato del sangue misto al liquido della flebo negli occhi.Non aveva occhiali di protezione e comunque ha dovuto dare la denuncia dell'evento e le è stato detto che deve aspettare 6 mesi per sapere se è stata contagiata.
Vi chiedo quante probabilità di effettivo contagio ha?E' prevista una profilassi dell'epatite c?
E' possibile fare glòi esami un pò prima di 6 mesi per verificare l'avvenuto contagio? Se si quali.
Vi ringrazio della risposta perchè sono davvero molto preoccupata dato che ha solo 26 anni.
Grazie.
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente purtoppo non esiste profilassi per l'epatite C. Il contatto che ha avuto è comunque legato alla quantità di sangue che è finita sull'occhio. Può essere utile un rilevo delle transaminasi e una PCR per HCV a 15 giorni dll'accaduto, per una eventuale terapia precoce. Quest'ultimo non è un criterio standardizzato come il test a sei mesi, ma viene consigliato da alcuni centri di malattie infettive ed anche dal sottoscritto.