Utente 725XXX
Ho consultato un'andrologo che all'ispezione ha constatato una prostata "grande come un piccolo mandarino" anzichè "grande come una castagna".
Tutte le analisi del sangue prescritti dall'andrologo sono ok (ormoni, spermicultura, tamponi, spermiogramma etc)a parte la presenza di numerosi leucociti nello sperma.
ho iniziato una cura che prevede Tavanic (10gg x i primi 2 mesi) Cedax (10gg x gli altri 2 mesi) Aulin supposte (10 gg x 4 mesi) e Dromos (2 al giorno x 4 mesi).
In che % la prostata di queste dimensioni è causa del mio deficit erettile?
Concorda con la terapia?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
magari fare una diagnosi in Medicina o Chirurgia fosse una scienza tanto esatta da potersi tradurre in valori numerici o in percentuali. Così non è.
Un deficit erettile associato a prostatite? Si, dovrei risponderLe che è teoricamente possibile, seppure sporadico e transitorio. Capisco che questa non è la risposta che Lei probabilmente Lei si attendeva ma, Le assicuro, per quanto mi riguarda l'unica possibile vista la situazione.
Prosegua con fiducia i controlli clinici intrapresi.
Affettuosi auguri per tutto e un cordiale saluto.
Prof. Giovanni MARTINO