Utente 109XXX
Gentili esperti,
ho fatto una visita specialistica e come pensavo, mi è stato confermato di avere il frenulo corto, nonostante non ci sia ancora stata nessuna lacerazione, ma comunque da due anni a questa parte si ripresentavano fastidi e bruciori che ricomparivano a periodi alterni dopo rapporti o masturbazione, sebbene non troppo frequenti.

Il chirurgo mi ha spiegato che si poteva operare e asportare del tutto il frenulo.
Ora ho saputo, che l'asportazione del frenulo potrebbe comportare una perdita di sensibilità nei rapporti sessuali, sebbene la stimolazione provenga anche da altri punti.

La cosa, che devo dire mi preoccupa, sinceramente è un altra: io spesso ho problemi a finire un rapporto. Non so se si possa parlare di eiaculazione tardiva o difficile.
Se mi sottoponessi all'asportazione, correrei il rischio, a causa di questa operazione di vedere accentuata questa mia "predisposizione" con la perdità di sensibilità?
Non sarebbe a questo punto nel mio caso congeniale una frenuplastica, che allunghi il frenulo senza asportarlo?

Il chirurgo che mi ha visitato, ai miei dubbi, ha risposto che questa seconda pratica riguarda casi di fimosi.
Mi piacerebbe capire se la scelta tra frenuloplastica e frenulotomia, sia una scelta a mera discrezione del chirurgo o, se possa essere il paziente a decidere e scegliere tra le due.
Immagino che l'asportazone risolva per sempre il problema, mentre un mero allungamento, potrebbe essere una soluzione non definitiva, ma nel mio caso auspicabile.

Un cordiale saluto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Innanzi tutto la asportazione del frenulo o la sua sezione non incide sulla sensibilità . Pertanto la scelta della tecnica deve essere valutata solo in relazione alla visita chirurgica . On line non è evidentemente possibile dire di piu.
[#2] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,
ma in linea teorica quando è indicato l'uno piuttosto che l'altro tipo di intervento?
Il discorso della perdita di sensibilità durante i rapporti lo esclude categoricamente? Glielo chiedo, perchè la cosa mi interessa particolarmente, visto la già i miei problemi di eiaculazione tardiva...