Utente 211XXX
Salve, circa un mese fa mi è stato diagnosticato un varicocele sx dapprima con ecografia scrotale, successivamente confermato dall'urologo e classificato come 2° grado clinico. mi ha detto di fare spermiogramma e spemiocultura dal momento che ha riscontrato anche un epididimite (anche se non dolorosa) per la quale mi ha prescritto per 7gg Ciproxin 1000. l'altro giorno ho fatto lo spermiogramma e questi sono i risultati più o meno preoccupanti....

L Giorni di astinenza 4.00 giorni WHO 1999: 3-5
WHO 2010: 3-5
VALUTAZIONE MACROSCOPICA
L Presenza del coagulo Si
L Colore Grigiastro
L Viscosita' Normale
L Fluidificazione in 60 minuti S i
L p H 7.80 p H WHO 1999: => 7.2
WHO 2010: => 7.2
L Volume 3.00 m l WHO 1999: => 2
WHO 2010: => 1.5
ANALISI MICROSCOPICA
L Concentrazione spermatica 2 1
L Spermatozoi per eiaculato 6 3
L Numero cellule rotonde 2.00 x 1 0 E 5 / m l WHO 1999: =< 50
L Agglutinazioni Assenti
L Aggregati non specifici Assenti
L Cristalli Assenti
L Cellule di sfaldamento +
Liquidi e materiali biologici
L Emazie Assenti
MOTILITA' ENTRO 60 minuti
L Progressiva PR rapida 15.00 %
L Progressiva PR lenta 16.00 %
L Non progressiva NP 13.00 %
L Immobilita' I 56.00 %
L Totale PR rapida + PR lenta 31.00 % WHO 1999: => 50
WHO 2010: => 32
L Totale motilita' PR + NP 44.00 % WHO 2010: => 40
TEST DI VITALITA' test eosina
L Spermatozoi vivi 69.00 % WHO 1999: => 50
WHO 2010: => 58
L Spermatozoi morti 31.00 %
MORFOLOGIA SECONDO KRUGER
L Forme normali 5.00 % WHO 1999: > 14
WHO 2010: > 4
L Anomalie testa 92.00 %
L Anomalie coda 10.00 %
L Anomalie tratto intermedio 34.00 %
L Residui citoplasmatici 1.00 %
L Teste/flagelli isolati 0 / 0
L Batteri Assenti
L Conclusioni WHO 2010: astenozoospermia
(si segnala teratozoospermia secondo WHO 1999).

Secondo voi questo quadro può essere determinato dal varicocele (che probabilmente ho da anni) oppure può esservi dell'altro sotto? con l'intervento ci sono probabilità di riportare i valori nella norma considerata anche la mia età? sono in attesa di fare l'esame colturale che non ho potuto fare assieme allo spermiogramma perchè stavo assumendo Augmentin per una tonsillite.

Grazie per il tempo dedicatomi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

premesso che dall'esame non tornano i calcoli matamatici della morfologia e che in un esame devono essere riportati i valori di riferimento che il laboratorio sta adottando (WHO 1999 oppure 2010 e non entrambi) e quindi personalmente reputo l'esame poco attendibile e consiglierei di ripeterlo in un centro dedicato. Per rispondere alle sue domande prima di decidere se intervenire è necessario fare anche dei dosaggi ormonali per valutare l'integrità dell'asse ipotalamo.ipofisi-gonadi.

Un cordiale slauto
[#2] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Salve, la ringrazio per la risposta. il centro dove ho effettuato l'esame è quello consigliatomi dall'urologo che mi segue. nutrivo anch io dei dubbi per quanto riguarda la morfologia... quindi secondo lei è in ogni caso da ripetere? a quanto ho capito il centro riporta entrambi i riferimenti per chiarezza ma gli standard sono quelli di WHO 2010.
Per quanto riguarda i dosaggi ormonali, avevo effettuato degli esami circa 2 mesi fa per altri motivi ed erano stati aggiunti dal medico alle normali analisi del sangue su richiesta dello specialista per scopi "statistici e di ricerca". le allego i risultati sperando possano tornare utili. preciso che il periodo in cui ho eseguito tali esami era un momento di grande stress psico-fisico dovuto a problematiche personali e non so se possono aver influito in qualche modo.

Riporto i dosaggi ormonali:

P-OMOCISTEINA 15,3 umol/L ( inf. a 15,0 )
2,06 *&#8593; mg/dL ( inf. a 2,02 )
(val.ottim. inf.a 10,0 umol/L)

P-AST (IFCC) 26 U/L ( 8 - 50 )
P-ALT (IFCC) 47 *&#8593; U/L ( 8 - 45 )
P-ALP 66 U/L ( 30 - 130 )
P-GGT 26 U/L ( inf. a 50 )
S-TSH 2,46 mUI/L (0,350 - 4,000 )
S-FSH 8,5 U/L ( 0,7 - 11,0 )
S-LH 5,5 U/L ( 1,5 - 9,3 )
S-HPRL 4,7 ug/L ( 2,0 - 18,0 )
S-TESTOSTERONE 3,9 ng/mL ( 2,62 - 15,93 )
13,53 nmol/L ( 9,09 - 55,27 )

S-Testosterone libero 44,3 pmol/L [31,00 - 163,00]
(Radioimmunometria con metodo DSL)

a parte i valori di omocisteina e fegato mi era stato detto che andava tutto bene, lei è della stessa opinione? dovrò ripetere anche questi esami?

cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

l'esame del liquido seminale effettuato mostra una concentrazione di spermatozoi ed una motilità non normali.
Non sembrano essere presenti fattori ormonali, ma che comunque non possono incidere se non sulla produzione di spermatozoi.
Le alterazioni dovrebbero essere confermate o smentite da almeno un altro esame seminale da fare nello stesso laboratorio.
Capire poi se le alterazioni possano essere frutto e consenguenza del varicocele o della epididimite
Senta il suo andrologo
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la celere risposta,
quindi se non ho capito male epididimite e/o varicocele possono influire in modo così significativo sull'esito dello spermiogramma? Una volta eliminati questi problemi potrà migliorare la situazione?
Effetturò l'esame colturale lunedì e con risposte alla mano mi recherò dall'urologo/andrologo curante.
lei consiglia un nuovo esame seminale, è bene farlo nell'immediato oppure è preferibile attendere un certo lasso di tempo?
Per quanto riguarda la morfologia (ammesso che il calcolo dell'operatore sia corretto) può dirmi qualcosa? magari se le anomalie della testa si riscontrano più spesso in pz con varicocele o altro?
mi scusi per averla "tartassata" di domande ma l'esito di questo esame non mi lascia molto sereno!

Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se l'esame fosse corretto, i suoi dati secondo i criteri WHO confermerebbero una astenozoospermia (lei ha il 31% di spermatozoi con motilità progressiva quando ne servirebbero almeno il 32%) tuttavia alla luce delle premesse che le feci nella precedente sarebbe opportuno ripetere l'esame dopo una settimana e comunque non oltre tre mesi dal primo esame (così è specificato dal WHO). Inoltre il suo FSH è tendenzialmente sui valori alti e potrebbe indicare una leggera sofferenza testicolare da confrontare con i parametri obbiettivi (volumi testicolari ecc) che solo lo specialista potrà verificare e quindi consigliarla per il meglio.

Ancora cordialità
[#6] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio della risposta e della chiarezza dr. Maretti.

Non appena l'andrologo sarà disponibile andrò a fare la visita e prenoterò il secondo esame. So bene che il medico non ha la sfera di cristallo ma secondo la vostra esperienza ci sono probabilità anche minime che l'intervento migliori la situazione?
Vista l'anomalia sul calcolo della morfologia mi consigliereste di cambiare laboratorio oppure di ritentare nello stesso, ed inoltre sarebbe anche opportuno chiedere chiarimenti sugli eventuali errori del precedente?
Un ultima domanda, se dalla visita dovesse emergere che in effetti vi è una sofferenza testicolare e che comunque il varicocele va operato voi dareste priorità massima all'intervento nel senso di farlo nell'immediato per evitare ulteriori danni oppure si può attendere quei 5-6 mesi delle normali liste d'attesa senza preoccupazioni?

Ringrazio e saluto
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se c'è l'indicazione all'intervento vuol dire che ci sono buone probabilità di miglioramento, mentre per l'esame personalmente le consiglierei di ripeterlo in altro laboratorio dedicato, questo anche per una verifica ulteriore, mentre per la priorità deve essere lo specialista in base a tutti i dati in suo possesso ad indicarle come e quando procedere.

Ancora cordialità
[#8] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio per la gentilezza e disponibilità!
dopo la visita la aggiornerò se desidera.
Buona domenica!

Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prego, aspetto sue notizie dopo la visita.

Ancora cordialità
[#10] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Salve, dalla visita è emerso che forse non si trattava di un epididimite ma bensì di un infiammazione dovuta ad una precedete sub-torsione.
ora altro ciclo di ciproxin 1000mg x 7gg per presenza di pseudomonas aeruginosa e streptococco agalactiae gr. B in quantità moderate (++) rilevate da esame colturale.
concordato intervento di rimozione varicocele e forse fissaggio del testicolo anche se non è molto mobile. lei cosa consiglia? potrebbe creare problemi l'eventuale fissaggio?
mi è stato detto che dopo l'intervento dovrò ripetere spermiogramma e forse fare una cura per aumentare la fertilità.
ritiene possano esserci miglioramenti?

Cordiali Saluti
[#11] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

a sua domanda rispiondo che non credo ai fenomeni di subtorsione testicolare capaci di determinare elementi diversi da un breve stato di disagio, fastidio.
Un solo esame del liquido seminale, a mio parere, non è in grado di determinare se esiste effttivamente, uno stato di sofferenza della spermatogenesi attribuibile al varicocele.
Tenga presente anche, cje la eventuale correzione del varicocele non è "salvifica", certo in un 30% di casi si ottiene un miglioramento della spermatogenesi e, in coppie giovani, un miglioramento delle gravidanze.
Cari saluti
[#12] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Gent. dr. Pozza,
la ringrazio per la pronta risposta.
se non ho capito male, secondo lei potrebbe anche non servire l'operazione?
la scelta della correzione è stata mia nel senso che vorrei evitare che, nonostante le possibilità di recidiva, la situazione possa aggravarsi e creare danni nel futuro.
considerando che non sono stati riscontrati problemi testicolari, nè ormonali, da cos'altro può dipendere l'anomalia riscontrata nell'esame del liquido seminale?
cause genetiche?
in ogni caso quello che mi interessa maggiormente è avere buone probabilità, un domani e spero molto vicino, di avere dei figli.
Le cose si fanno in due ma se l'altra metà non dovesse avere problemi di nessun tipo, spero che, anche con una situazione come quella evidenziata dall'esame seminale ci siano delle probabilità, lei che ne pensa?

Saluti
[#13] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mi medici,
ho effettuato da poco l'intervento di correzione del varicocele, vorrei sapere se è utile effettuare un ecografia o un ecocolordoppler o entrambi per verificare la buona riuscita dell'intervento e scongiurare nuovi problemi e dopo quanto tempo dall'intervento effettuare tali esami. L'urologo che mi ha operato non mi ha detto nulla in merito, mi ha prospettato soltanto uno spermiogramma a distanza di 6 mesi. sarebbe bene anticiparlo?
ringrazio in anticipo.
cordialità
[#14] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Ripeta l'ecodoppler e l'esame seminale a tre mesi di distanza dall'intervento.

Cordialità
[#15] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per il suggerimento, c'è da dire che l'ecodoppler non l ho mai effettuato prima dell'intervento ma solo una semplice ecografia, poichè non mi è stato detto di farlo anche se leggo in giro che dovrebbe essere la prassi.
Il gonfiore dei primi 5 giorni sta regredendo e riesco a palpare il testicolo sx che rispetto a prima appare lievemente ingrossato (sta migliorando la circolazione dopo l'intervento oppure è un effetto temporaneo?) ma non dolente e nemmeno le vene trombizzate anche se a quanto ho capito rimarranno palpabili ma non comporteranno problemi. A dx ho subito un orchidopessi ed è questo che mi lasci un pò perplesso: secondo la sua esperienza è normale che alla palpazione il testicolo risulti circa il doppio dell'altro e comunque abnorme rispetto a prima dell'operazione? noto inoltre che lo scroto rilassato è totalmente asimmetrico, l'emiscroto sx pende normalmente, quello dx sembra perennemente contratto, me lo dovrò tenere per sempre così perchè è il risultato del fissaggio?
Grazie mille per la pazienza e professionalità.
[#16] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

se così stanno le cose, è importante fare subito un'ecografia testicolare per valutare la situazione post-intervento e quindi decidere quale terapia consigliarle.

Ancora cordialità
[#17] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille dr. Maretti! gentilissimo!
[#18] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Gent. dr. Maretti, la aggiorno:
ho atteso qualche giorno che cadessero tutti i punti e si sgonfiasse la zona, ho effettuato la visita di controllo poichè mi hanno dovuto rimuovere gli ultimi 3 punti sullo scroto. ho fatto notare al dr. che mi ha visitato che il testicolo fissato (dx) è palesemente più alto dell'altro, posizionato in verticale rispetto all altro (non fissato) che è orizzontale e inoltre ho fatto notare un nodulino presente sul testicolo che ha subito la legatura delle vene spermatiche per varicocele (sx) vicino all epididimo ma proprio sul testicolo, di consistenza dura, non dolente di ca 2 mm.
alle mie domande il medico ha risposto che il testicolo dx è fissato e l intervento riuscito ma che la sua posizione è normale perchè dettata da un asimmetria presente in tutti gli uomini: mi chiedo come faccia a dare una risposta del genere quando prima l asimmetria non c era e l hanno fissato dove volevano loro! secondo lei è condivisibile? non vorrei che lo abbiano fissato troppo alto creandomi questo forte disagio estetico (con scroto a riposo ci saranno 4 cm di differenza d altezza). per quanto riguarda il nodulino dice che non sa cosa potrebbe essere e che potrebbe essere anche l epididimo che è fatto in quel modo e che con l ecografia di controllo tra qualche mese vedremo cos'è con sicurezza: secondo la sua esperienza può essere l epididimo che ha questa consistenza dura e sferica? oltretutto io il nodulo lo sento sul testicolo e non si sposta. ha riscontrato anche gli epididimi infiammati però ha detto che potrebbe essere dovuto al post operatorio e di pazientare qualche mese senza assumere farmaci che probabilmente si risolverà autonomamente.
la ringrazio anticipatamente.
[#19] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

per capire di cosa si tratta serve una valutazione direttache solo il suo specialista è in grado di fare mentre per il "nodulino" serve un'ecografia testicolare.

Ancora cordialità
[#20] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio della celere risposta, ciò che mi preme capire è se può esistere nell'anatomia dell' epididimo un nodulo duro, cioè se è una cosa normale. ad ogni modo farò l'ecografia. secondo lei posso attendere quella di controllo prevista per fine anno oppure la situazione richiede che debba anticiparla?
lei in una precedente risposta mi ha detto di fare esame del liquido seminale a 3 mesi e il chirurgo lo stesso, ma l'urologo che mi ha visitato ha detto di attendere 5-6 mesi poichè i farmaci per l anestesia potrebbero interferire sull' esito dell'esame è vero ciò?
saluti
[#21] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
i farmaci per l'anestesia non possono incidere sull'esito dell'esame dopo tre mesi, se di epididimo si parla il nodulino potrebbe essere una cistina che comunque andrebbe confermata con l'ecografia.

Ancora cordialità
[#22] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera gentili dottori, riesumo questo consulto per non aprirne uno nuovo.
come consigliatomi ho effettuato ecografia che non ha rilevato nulla però la cistina c'è ancora ed è palpabile, siamo giuti alla conclusione che è l'epididimo ed è fatto così anche se non me n ero mai accorto.
Ho effettuato lo spermiogramma di controllo a 6 mesi dall'intervento e di seguito riporto i valori:

Giorni di astinenza 3,00

VALUTAZIONE MACROSCOPICA
Presenza del coagulo Si
Colore Grigiastro
Viscosita' Normale
Fluidificazione in 60 minuti Si
pH 7,60
Volume 3,50 ml

ANALISI MICROSCOPICA
Concentrazione spermatica 31,00 x 10E6/ml
Spermatozoi per eiaculato 108,50 x 10E6
Numero cellule rotonde 6,00 x 10E5 / ml
Agglutinazioni Assenti
Aggregati non specifici Assenti
Cristalli Assenti
Cellule di sfaldamento +
Emazie Assenti
MOTILITA' ENTRO 60 minuti
Progressiva PR rapida 22,00 %
Progressiva PR lenta 11,00 %
Non progressiva NP 12,00 %
Immobilita' I 55,00 %
Totale PR rapida + PR lenta 33,00 %
Totale motilita' PR + NP 45,00 %

TEST DI VITALITA' test eosina
Spermatozoi vivi 72,00 %
Spermatozoi morti 28,00 %

MORFOLOGIA SECONDO KRUGER
Forme normali 5,00 %
Anomalie testa 94,00 %
Anomalie coda 11,00 %
Anomalie tratto intermedio 31,00 %
Residui citoplasmatici 0,00 %
Teste/flagelli isolati 0 / 0

Batteri: Spermiocoltura flora normale Staphylococcus coagulasi negativo ++

secondo lei la situazione è migliorata? può ancora migliorare nei prossimi 6 mesi?
ha qualche consiglio da dare o esami da proporre?
andrò quanto prima dall'andrologo che mi ha operato per fargli visionare i risultati.

vi ringrazio anticipatamente per il tempo dediactomi.
[#23] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
nessuno si esprime in merito?
grazie
[#24] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

il suo esame rientra nella norma e quindi è migliorato rispetto al precedente, mentre per la terapia sarà il suo andrologo a consigliarla per il meglio, conoscendo al meglio ala sua storia clinica.

Ancora cordialità
[#25] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio dott. maretti!
cordiali saluti