Utente 299XXX
Buongiorno,
ho 28 anni e da quasi un anno e mezzo mi è stato diagnosticato un lichen sclerosus genitale al pene; l'ultima visita risale a giugno 2012, da allora non sono più andato alle visite di controllo.
L'ultima analisi dice che persiste lieve ipocrimia del frenulo, senza alterazione dell'elasticità cutanea; la terapia consiste nell'utilizzo di diprosone, abilast bio gel e detersione quotidiana con detergente intimo delicato.

negli ultimi giorni però, dopo essermi masturbato, la pelle e una parte del glande sono diventati molto rossi e bruciano un po'; in realtà è da un po' di tempo che ho una sensazione di fastidio, sopportabile ma indefinito, dopo pratiche del genere.

Ho quindi fissato la visita, che però è tra un mese: meglio fare un controllo dal medico di base? non vorrei che la situazione peggiorasse ulteriormente.


Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile amico
Serve a mio avviso il controllo dermovenereologico ma nessuno le vista di sentire il parere del medico di famiglia

Dovrebbe anche cercare di anticiparlo in Qualche modo, visto che lei è già troppo tempo che non fa i controlli.
Non faccia ad ogni modo terapie fai da te!
Per ulteriori informazioni sul lichen sclerosus può leggere nel motore di ricerca del nostro sito www.medicitalia.it oppure quelle personali su www.lichenscleroatrofico.it

Carissimi saluti