Utente 273XXX
Emeriti cardiologi, sono un paziente di 23 anni, alto 182 cm e con un peso di 100 kg.
Attualmente assumo Plaunazide per una questione di pressione alta che ho scoperto di avere quando, lo scorso ottobre, pesavo 124 kg ed ero un accanito fumatore che svolgeva una vita pienamente sedentaria.
Da ottobre ho dunque abolito categoricamente il fumo, mi nutro di fibre, verdura, frutta e pesce. Seguo uno stile di vita sano, ho ridimensionato le mie ansie (purtroppo anche grazie ad una cura psicofarmacologica) e mi sento in forma. Faccio attività fisica (cardiofitness), per cui porto i battiti del mio cuore ad un massimo di 140-45 bpm (cyclette).
Oggi mi è sorta questa domanda: se io porto il mio cuore solamente a 140-145 bpm, non avrei un cuore "allenato" se dovessi sopportare carichi maggiori (ovviamente quelli massimi previsti per la mia età?)
Ovvero, dovendomi, in futuro, dovrò sottopormi ad una prova da sforzo, avrò comunque la capacità di portare i miei battiti a 195 bpm?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La prova da sforzo è signifcativa quand raggiunge l 85% della sua FC teorica massimale. Considerata la sua eta non dovrebbe suoerare i 160 bpm. Nella prova da sforzo affinché. essa sia significativa.
Artivedeci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la risposta, Dr. Cecchini. Voglio farle un'altra domanda per non aprire un'ulteriore consulto: quando inizio ad arrivare ai 130 bpm inizio a sentire un dolore allo stomaco e al petto (quest'ultimo è in sintonia quando il cuore batte). Quando tento di provare se è un dolore muscolare (mi stiro, mi palpo lo sterno) non avverto dolore. La mia ultima prova da sforzo risale a febbraio ed è risultata negativa per ischemia. Arrivai al 91% della mia massima frequenza cardiaca (181 bpm).
Devo preoccuparmi? Ripetere la prova da sforzo? Magari c'è una differenza tra pedana mobile e cicloergometro?
Grazie anticipatamente.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sostanzialmente non c'e' differenza. Se la priova da sforzo e' risultata negativa non vedo motivi di preoccupazione
Arrivederci
cecchini
[#4] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio.