Utente 220XXX
Buongiorno,premetto avevo il ciclo,4 giorni fa andando in bagno e tirando l'acqua tornò su a galla come una pallina,pensavo erano le feci ma ho notato che si muoveva e si era allungato,cosi guardando bene,e l'ho messo in un contenitore di vetro,era un vermicello lungo circa 5 cm assomigliava a un millepiedi ho ancora i brividi,i vermi sono la mia fobia,quindi può immaginare come mi sento,andai dal dottore l'indomani,mi disse guardandolo appena che era la tenia,cosi mi ha dato vermox 500 due mattina e due la sera e gutalax due pastigie.Tornando a casa mi è venuto un dubbio,perchè la farmacia mi ha dato le gocce e non pastiglie di gutalax,e ho riflettutto molto,io le pastiglie le sto prendendo come prescritte,non so per quanti giorni credo fino ce finiscono le 30 pastiglie,ma il gutalax dovrei prenderlo a fine scatola?o ogni volta che prendo le due pastiglie al mattino e ogni volta che prendo le due pastiglie la sera?Ho guardato su internet questo bruttissimo verme,e ho il terrore non voglio andare in bagno,sto cercando di mangiare pochissimo,non dormo la notte,e ho il terrore che con le feci venga fuori questo enorme verme,come descritto nelle foto su internet,la prego gentilmente se mi spiega come viene via questo verme,quanto può essere lungo e grande,e cosa devo fare,sono terrorizzata.Quel vermiciattolo che è uscito mi chiedo dentro ne ho tanti?sono andata solo una volta in questi 4 giorni in bagno le feci erano chiare grandi e galleggianti con dei punti neri,ma non ho visto vermi.HO molta paura,potrebbe spiegarmi bene cosa succede al mio organismo e dentro di me.Cosa mi aspettta.E la purga quando dovrei prenderla e quante gocce.Peso 47 sono alta 1.62 e ho 38 anni.Ho molto male la pancia e quando sono distesa sento brontolare il mio stomaco,forse è la mia sensazione.Ho letto che gli slip possono contenere vermicelli ma i miei sono puliti e non ho prurito anale come ho letto.Ma il verme quando uscirà sarà morto o cè il pericolo che si muova come quello che ho trovato pochi giorni fa?grazie mille se mi risponde al più presto.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Non credo sia la tenia,
potrebbe, per quanto racconta, trattarsi di Ossiuriasi.

Sarebbe utile un esame parassitologico delle feci.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la sua risposta Dottore,
non so se rasserenarmi un pò o essere preoccupata perchè fino ad oggi ho assunto vermox 500mg due mattino e due la sera, il pacco da 30 e sono arrivata all'ultimo giorno, per poi come mi aveva spiegato il dottore prendere il gutalax, adesso dalla sua risposta mi viene da pensare se sono servite queste pastiglie e avendole prese se non era la tenia cosa dovrei fare in attesa di farmi prescrivere un parassitologico delle feci.
Mi chiedo come mai il mio medico si è basato a dare un'occhiata molto veloce a quel barattolino contentente il verme, e non farmi fare un'esame delle feci, dicendo che non serviva perchè aveva già il vermetto.
Grazie per la sua risposta. Potrebbe parlarmi degli ossiuriasi,sono vermetti,cè ne possono essere molti nel mio organismo?In questi giorni le mie feci le vedo marrone chiaro,non vedo più dei puntini neri, ma dei filamenti, ma non sono vermicelli, sembra quasi che si sfaldi solamente.Mi consiglia di finire le pastiglie di vermox nel tempo che cerco di contattare il mio medico che non è reperibile in questi giorni,e prendere il gutalax gocce lo stesso ma non saprei quando,se le pastiglie le prendo la sera a mezzanotte,il gutalax quando va preso?
Scusi le mie tante risposte,ma ripeto che la mia grande paura sono i vermetti,e sapere che li ho dentro di me non mi fa stare tranquilla,vorrei delle delucidazioni.Intanto sto evitando di mangiare molta roba,faccio bene?Grazie
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Il prodotto citato funziona anche con gli ossiuri, ciò che cambia è la posologia.
Poichè l'impostazione terapeutica spetta al suo curante,
dovrà,
nel rispetto delle nostre linee guida,
http://www.medicitalia.it/02it/guida-consulti.asp
parlarne con lui.

Cordialmente