Utente 726XXX
E' da un po' di mesi che mi capita una cosa alquanto strana. Mio padre mori' d'infarto a 47 anni pero' io per anni (ora ne ho 38) a parte un lieve soffio al cuore che avevo da piccolo scomparso in fretta, soffro d'ansia anzi soffrivo però da qualche mese mi capita una cosa alquanto strana.
Vado a dormire e mi sveglio quasi tutte le notte (stanotte addirittura mi e' successo 2 volte) con una esagerata sudorazione e tachicardia, non appena mi rendo conto mi auto tranquillizzo e mi passa subito, certo che però mi da alquanto fastidio la condizione. Tenendo conto che non mangio carni grasse (quasi completamente vegetariano) e non sono bevitore di alcool e non fumo, cosa mi consigliate? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
effettuerei senza dubbio una visita cardiologica specialistica.
Nel caso in cui non risultasse nulla di importante, le consiglio un approfondimento psicologico. Spesso i disturbi d'ansia (che tra l'altro lei stesso riporta), ed in particolare il Disturbo di Panico, possono determinare degli improvvisi risvegli notturni accompagnati da tachicardia, iperventilazione, sudorazione, tremori, ecc.
In questo caso una psicoterapia di tipo cognitivo-comportamentale garantirebbe ottimi risultati in tempi ristretti.
Ma, ripeto, inizierei con una visita specialistica cardiologica, onde escludere la presenza di patologie mediche.
Cordialmente

Daniel Bulla
[#2] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Caro amico,
per quanto riguarda il versante cardiologico le consiglierei di effettuare oltre ad un ecg di base anche un ecocardiogramma ed eventualmente un holter delle 24 ore per capire effettivamente cosa succede durante il sonno.Mi rimetto a quanto scritto dallo psicologo per una eventuale psicoterapia di supporto.
Saluti, Ugo Miraglia
[#3] dopo  
Dr. Marco Marilungo
24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
Caro Utente, ipotizzo che lei stia somatizzando una paura interiore anche legata a quanto accaduto al suo Papà. Paura che magari sta aumentando con l'avvicinarsi della sua età a quella della scomparsa del suo genitore. Le somatizzazioni sono spesso richieste di aiuto espresse con il corpo, con i sintomi. Il consiglio dato dal Collega Bulla sono condivise da me, così come quelle espresse dal Collega Miraglia. Fare un controllo accurato dello stato di salute del suo cuore non può che darle tranquillità, fatto il controllo, un supporto psicologico non può che farle bene. Ci faccia sapere gli sviluppi.

La saluto con cordialità

Marco Marilungo
Roma