Utente 299XXX
Buonasera, con la presente sono ad esporVi il mio problema. Da un po' di tempo a questa parte dopo la prima eiaculazione il pene non torna più eretto anche dopo varie sollecitazioni della partner. Inizialmente abbiamo aspettato 15/20min e il pene ritornava eretto ma nell'ultimo mese, anche dopo 2 ore e stimolazioni, il pene non da segni di vita. Ho pensato che forse l'eccessivo stress lavorativo unito ad un pacchetto di sigarette al giorno possano essere un ulteriore causa di questo sia sotto l'aspetto psicologico che fisico.
Sinceramente sto iniziando a preoccuparmi anche perché questo problema mi era sorto nel 2008 la prima volta ma poi non ho mai trovato una partner che volesse un secondo rapporto dopo il primo quindi non pensavo più a questo problema, ma ora che la mia partner è esigente vorrei soddisfarla a pieno in quanto sta incominciando a pensare che il problema è dovuto a lei quando non è assolutamente così. Terrei a precisare che con la mia partner mi basta anche una carezza per far si che il pene subisca un'erezione. Spero possiate darmi qualche consiglio. In attesa di Vs riscontro porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
il "tempo refattario" dopo l'orgasmo ovvero il tempo necessario per riavere una nuova erezione rigida fra un rapporto e l'altro è variabile sia da soggetto a soggetto che nell'ambito dello stesso influenzato da numerosi fattori quali la frequenza delle eiaculazioni, stato di stress e grado di riposo dell'organismo, assunzione di sostanze eccitanti (quali il fumo) ecc. In tali situazioni bisogna eliminare tutti i fattori sopa riportati associati ad un maggior riposo fisico. Comunque se non lo ha mai fatto penso che sia giunto il momento di eseguire un ceck-up andrologico che servirà anche a meglio dirimere i suoi dubbi.