Login | Registrati | Recupera password
4/1

Dolore testicolo sinistro

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2013

    Dolore testicolo sinistro

    Gentili Dottori. Sono un ragazzo di 18anni e vi scrivo per un problema presentatosi 2 giorni fa. Dopo la masturbazione, ho avvertito un dolore-fastidio al testicolo sinistro. Eseguendo l'autopalpazione ho notato che, nella parte inferiore sinistra-posteriore dello stesso, si presentava una sorta di ammasso che provocava una sensazione di fastidio alla pressione. Ad oggi il fastidio è leggermente diminuito, ma il testicolo risulta molto più basso e ,alla vista, un pò più piccolo del destro, con il linfonodo sinistro dell'addome gondio. Premettendo che circa una settimana fa ho fatto le analisi del sangue (con valori ottimali, eccetto per quanto riguarda la transaminasi, che risultava abbastanza alta) e che stamattina ne ho effettuate delle nuove. Cosa potrebbe essere?
    Qualche circa 8 mesi fa effettuai una radiografia ai testicoli (tutto nella norma, fortunatamente) e una visita all'urologo, che mi disse che i miei testicoli potevano torcersi. Può significare qualcosa? Dovrei farmi controllare nuovamente?
    Cordiali saluti e grazie per la Vostra cortese attenzione.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 345 Medico specialista in: Urologia

    Risponde dal
    2003
    Gent.le utente,
    riferendomi alla visita da Lei effettuata dal collega urologo le sintetizzo che la torsione del tesrione che può essere completa o incompleta ( subtorsione) si può avere quando per contrazione del muscolo cremastere insito nella parete dello scroto, lo scroto si contrae o per il freddo o per stimoli erotici provocando una risalita del testicolo che torcendosi provoca una riduzione sino ad un blocco del deflusso venoso con conseguente sofferenza testicolare, gia dopo 4/6 ore.
    La diagnosi certa viene eseguita durante la torsione essendo il quadro clinico, fuori dall'episodio di torsione, completamente negativo per patologie in atto.
    In conclusione potrebbe essere accaduto che Lei abbia avuto una subtosione che si sia risolta spontaneamente..Ne deriva che se dovesse riavere il dolore su riferito sarà il caso che si rechi quanto prima in ospedale.
    Cordialmente


    Dott.Roberto Mallus

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2013
    Grazie mille dottore per la repentina e rasserenante risposta. In realtà un episodio del genere successe circa 2 mesi fa, ma dopo un paio d'ore dall'atto sessuale non ebbi più problemi.
    Naturalmente se tocco la parte posteriore, attualmente, da un pò di disagio. Quella pallina che avverto (dopo una doccia calda si riesce a distinguere bene) potrebbe essere dovuta ad un afflusso di sangue o altro?
    Posso fare attività fisica e riprendere la mia vita sessuale senza preoccupazioni?



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 345 Medico specialista in: Urologia

    Risponde dal
    2003
    Se vi è stato un altro episodio valuterei seriamente la possibilità di un banale intervento in Day Surgery di fissaggio del testicolo (orchidopessi)


    Dott.Roberto Mallus

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2013
    Vedrò di effettuare una visita urologica quanto prima, così da poter valutare sul da farsi.




Discussioni Simili

  1. Cistite e sangue
    in Urologia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 14/04/2013, 14:56
  2. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 28/03/2013, 22:35
  3. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28/03/2013, 19:28
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04/05/2013, 16:08
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26/03/2013, 14:35
ultima modifica:  13/08/2014 - 0,20        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896